Serie B posticipo ventisettesima giornata, Crotone imbattuto all’Arechi di Salerno. Conquistato un importante punto per la promozione in A

esultanza di stoian dopo il golCrotone in campo contro la Salernitana già sapendo della sconfitta del Pescara in quel di Cagliari e del Novara tra le mura amiche. Due risultati che tradotti in cifre hanno significato la conferma della seconda posizione a favore dei rossoblù, indipendentemente dal risultato dell’Arechi. Vantaggio psicologico che il Crotone nel posticipo di domenica ha saputo ben gestire ma non oltre il pareggio. Fin dalla vigilia si sapeva che sarebbe stato un incontro abbastanza scorbutico per la posizione di classifica che entrambe occupavano: Crotone vice capolista, Salernitana penultima contestata dai propri tifosi. Mister Juric ha dovuto fare a meno del difensore centrale Claiton (problemi fisici), e non ha schierato Di Roberto esterno e Torromino in attacco. Al loro posto rispettivamente Cremonesi, Zampano, Stoian.

L’ex tecnico Menichini reduce dalla pesante sconfitta esterna di Terni ha preferito cambiare modulo ed affidarsi al 4-4-2 senza Gabionetta (squalificato), Pestrin, Bovo, Colombo. Linea difensiva abbastanza coperta con Ceccarelli, Bernardini, Bagadur, Franco. Centrocampo in linea con Gatto, Moro, Odjer, Ikonomidis. Punte Coda e Donnarumma. Primi diciotto minuti a favore dei locali che mettono sotto pressione la difesa ospite con Donnarumma che colpisce il palo. Continua a mettersi in evidenza il duo d’attacco Coda, Donnarumma ed al minuto tredicesimo annullato a Coda il gol per fuori gioco millimetrico. È sempre la Salernitana a gestire le fase d’attacco e c’è l’occasione per Cordaz di rinviare in angolo al minuto sedicesimo un pericoloso tiro da fuori area di Odjer. Il Crotone è, però, vice capolista e lo fa notare al minuto ventuno quando Stoian, in seguito ad una triangolazione con Ricci, mette dentro con la bravura del campione il gol del vantaggio. Quinto gol stagionale del rossoblù dopo un’astinenza che durava dalla trasferta di Spezia (15.esima giornata). Cala il ritmo dei locali sotto la spinta offensiva dei rossoblù ben messi sulle fasce con Ricci a destra e Stoian a sinistra sorretti in sovrapposizione da Balasa e Martella. Distrazione difensiva del Crotone al quarantaduesimo minuto consente a Coda di mettere dentro di testa il pallone del pareggio ma era in netta posizione di fuori gioco. L’azione del pareggio iniziata da un calcio di punizione che ha visto protagonisti Gatto, Donnarumma e tocco finale di Coda. Parità di punteggio dopo la prima parte ma con la Salernitana che ha corso molto di più del Crotone. Difesa ospite non sempre attenta in fase di copertura ha tenuto in continua apprensione Cordaz. Il portiere pitagorico ha compiuto diversi salvataggi.

Ripresa con il debutto di Tena tra le fila del Crotone al posto di Balasa come esterno destro di centrocampo. Quattro minuti dopo mister Juric cerca di vivacizzare il reparto offensivo con l’ingresso di Palladino in sostituzione dell’affaticato Budimir che ha evidenziato molta stanchezza. Un Crotone più vivace ma per poco, La Salernitana costringe gli avversari a rintanarsi nella propria area di rigore per più minuti. In questa fase in evidenza il portiere Cordaz che si eleva a protagonista assoluto della partita con interventi miracolosi. Mister Menichini si accorge delle difficoltà atletiche dell’avversario e manda in campo un attaccante più fresco, Bus, al posto di Coda che aveva dato molto in fase offensiva. Altro cambio dei locali ha riguardato il reparto difensivo con il cambio Emperur per Franco. La stanchezza del Crotone si evince anche tra i piedi di Palladino. L’attaccante rossoblù in ripartenza non è riuscito a mettere dentro da pochi passi il pallone ricevuto da Ricci. Ultima possibilità a disposizione di mister Juric per cambiare volto alla sua squadra con l’ingresso di Salzano al posto di Cremonesi. Il Crotone comincia a pagare pegno alla tenuta atletica da parte di molti rossoblù che stanno tirando la carretta dall’inizio della stagione. Salernitana anche senza portiere negli ultimi minuti per l’espulsione di Terracciano (fallo da ultimo uomo su Palladino), la punizione non ha sortito nessun effetto positivo per il Crotone. Al di la del risultato positivo, il turnover tra le fila dei rossoblù è un evento che si deve concretizzare. Mancano quindi gare alla fine del campionato e la strada che porta alla serie A è ancora lunga.

Salernitana   1

Crotone        1

Marcatori: Stoian 21°, Coda 42°

Salernitana (4-4-2): Terracciano, Ceccarelli, Bernardini, Bagadur (Trevisan), Franco (Emperur), Gatto, Moro, Odjer, Ikonomidis, Coda (Bus), Donnarumma. All.Menichini

Crotone (3-4-3): Cordaz, Balasa (Tena), Cremonesi (Salzano), Ferrari, Zampano, Capezzi, Barberis, Martella, Ricci, Budimir (Palladino), Stoian. All. Juric

Arbitro: Davide Ghersini di Genova

Coll. Vincenzo Soricaro ( Barletta) – Alfonso D’Apice (Parma)

Quarto giudice: Fabrizio Pasqua di Tivoli

Ammoniti: Ceccarelli,

Espulso: Terracciano (fallo da ultimo uomo)

Angoli: 8 a 4 per la Salernitana

Recupero: 3 e 4 minuti

Risultati degli altri incontri

Vicenza – Avellino      0-0

Modena – Brescia        1-0

Livorno – Cesena        1-1

Ascoli – Como            1-0

Salernitana – Crotone 1-0

Bari – Latina                0-0

Cagliari – Pescara       2-1

Novara – Ternana        1-2

Spezia – Lanciano       2-0

Vercelli – Entella        2-3

Perugia – Trapani (lunedì 22 ore 20.30)

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone