Vacanze a Nord: Itinerari d’Islanda

L’inverno non è certo stagione per andare in Islanda… ma non è troppo presto per cominciare a organizzare una vacanza estiva in questa magica terra del Nord. Infatti, l’offerta ricettiva dell’isola non sembra essere particolarmente abbondante, e se non si prenota con largo anticipo, si rischia davvero di non trovare posto (oppure di trovare totalmente occupate le soluzioni più economiche e comode, soprattutto se si ha in mente un viaggio on the road). Chi preferisce puntare sul tutto organizzato non avrà invece nessun problema: agenzie come Yalla Yalla propongono diverse tipologie di tour già bell’e pronti, a voi sta solo scegliere quello che meglio risponde ai vostri personali sogni di vacanze al Nord. Date comunque un’occhiata a questa Mappa degli itinerari più noti, e fatevi un’idea delle maggiori attrattive dell’isola leggendo la breve panoramica che vi proponiamo, la quale vi permetterà di orientarvi nella scelta tra i diversi pacchetti di offerte viaggi.

Islanda meridionale – Partiamo da qui, perché proprio nella parte meridionale dell’Islanda si concentrano molte delle attrazioni più visitate dai turisti. Ad attirare i viaggiatori è la bellezza della costa (punteggiata di località note per la qualità del loro pesce) e, ovviamente, la spettacolarità dei paesaggi, tra cascate e ghiacciai. Itinerario di riferimento nella regione è la Golden Circle Route, che si dispiega a est di Reykjavik, collegando Thingvellir, Gullfoss e Geysir, ovvero tre delle mete imperdibili dell’Islanda del Sud: il Parco Nazionale di Thingvellir, in una impressionante rift valley, deve la sua fama non solo alla bellezza naturale ma anche al suo altissimo valore per la storia del Paese, poiché qui ebbe origine lo Stato islandese ai tempi dei Vichinghi; Gullfoss è invece il nome di una famosa cascata, mentre Geysir rappresenta il più antico geyser conosciuto e uno dei più alti tra quelli in attività (le sue eruzioni di acqua bollente possono superare i 100 metri di altezza!) – come avrete immaginato, la stessa parola “geyser” viene proprio da qui. Altre meraviglie naturali sono la cascata di Skógafoss, una delle più grandi e conosciute dell’isola, e il lago glaciale di Jökulsárlón.

Islanda settentrionale – Terra di contrasti, si destreggia tra vallate e penisole, montagne, campi di lava e colline scolpite dai fiumi. In questa regione, nel fiordo più lungo d’Islanda, si trova la seconda più importante area urbana del Paese, ovvero Akureyri, addirittura inserita dalla Lonely Planet tra i “best places in Europe” del 2015. Tenete comunque presente che siamo in Islanda: la località è poco più di un paese, con meno di 20 mila abitanti. È in ogni caso un’ottima base per partire alla scoperta della regione settentrionale, i suoi villaggi di pescatori, le cascate, i pascoli, le aree sciistiche. La regione include il Vatnajokull National Park, dove si trova il ghiacciaio omonimo – il più grande ghiacciaio europeo al di fuori della regione artica, con oltre 8 mila chilometri quadrati di superficie. Da non perdere è poi la spettacolare cascata di Dettifoss, che ha fama di essere la più potente cascata in Europa.

Costa orientale – Qui si trova la più grande foresta del Paese, insieme a coltivazioni, piccoli fiordi e isole incantevoli, villaggi di pescatori e piccole comunità insediate lungo la costa. Durante i mesi estivi, numerosi sono i festival d’arte e musica (un esempio è quello che si tiene nella località di Seydisfjordur). In effetti, proprio la costa orientale dell’Islanda vanta un’antica tradizione dal punto di vista culturale, sin dal XIX secolo.

Westfjords – La punta nordoccidentale dell’isola è terra selvaggia, incontaminata, praticamente disabitata. Meta per veri avventurosi, è la destinazione perfetta per osservare uccelli, esemplari di volpe artica e la fauna unica che vive nella regione. Spettacolare è Dynjandi, un insieme di cascate che cadono dall’altezza di cento metri.

Reykjanes – Qui è dove si trova il Keflavik International Airport, il principale aeroporto del Paese, a circa 50 chilometri da Rejkiavik. Questo luogo quindi costituirà con ogni probabilità il punto di partenza della vostra esplorazione islandese. Da non perdere in zona sono le acque geotermali, a cominciare da quella della famosissima Blue Lagoon, una delle attrazioni turistiche più visitate dell’Islanda.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone