Spresiano, Cristian Pomotariu morto carbonizzato gridando: “Aiuto, aiuto, salvatemi”

Uno schianto spaventoso e una vittima ancora senza nome. Cristian Pomotariu, 38 anni di Basalghelle di Mansuè, è l’unica vittima di cui si conosce l’identità.

I due sono morti carbonizzati in un incidente avvenuto sulla Pontebbana a Spresiano, all’altezza di Eurogomme. Le due vittime erano su una moto Yamaha e su un’auto Volkswagen Passat.

Il romeno, era in auto con la moglie Michela di 32 anni. La coppia, che ha tre figli in giovane età, tra cui due bambine – 8 anni la più grande, 3 anni la più piccola e poi un maschietto di 5 anni – era stata a una cena da amici a Spresiano. Il tempo di salire in auto e uscire da via Col di Lana, una stradina laterale che sbuca sulla Pontebbana, e si è consumato il dramma. La Passat dei romeni ha impegnato la regionale proprio mentre da Ponte della Priula, in direzione di Treviso, arrivava a tutta velocità il motociclista. La moto ha centrato la Passat sul lato del guidatore facendola ruotare di 180 gradi. Il serbatoio della moto si è disintegrato e la benzina si è incendiata. Il fuoco ha avvolto prima il centauro, che ha continuato la sua corsa per alcuni metri, e poi anche la vettura.

Cristian Pomotariu ha estratto dall’abitacolo la moglie, ma poi non è più riuscito a uscire dall’auto: è morto gridando “Aiuto, aiuto, salvatemi”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Spresiano, Cristian Pomotariu morto carbonizzato gridando: “Aiuto, aiuto, salvatemi” Spresiano, Cristian Pomotariu morto carbonizzato gridando: “Aiuto, aiuto, salvatemi” ultima modifica: 2016-02-14T03:07:22+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook2Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone