Venezia, Teatro Toniolo – sabato per “Comics & Dintorni” va in scena “Nessi” con Alessandro Bergonzoni

Un rito collettivo di esortazione a costruire nessi, legami, atti con chiunque e senza prevenzione, a fare tutti la parte di tutti perché noi siamo fili adottivi che devono imparare a conoscersi nonostante le diversità.
Il talento esplosivo di Alessandro Bergonzoni si mette al servizio di una comicità anarchica e pura in “NESSI”, il suo nuovo spettacolo che andrà in scena sabato 13 febbraio  alle ore 21.00 al Teatro Toniolo di Mestre, settimo appuntamento nel cartellone di “Comics & Dintorni”.
Uno lavoro ironico, spiazzante, diverso da altri suoi precedenti, che non è satira, e oltre alle risate chiama in causa tutti noi ai doveri verso gli altri, i figli, gli amici, i malati, i poveri, i ricchi, la natura. “È uno spettacolo che si rifà a un bisogno di nudità”, dice Bergonzoni con uno dei suoi paradossi.
Nessi, ovvero connessioni ma anche fili tesi e tirati, trame e reti, tessute e intrecciate per collegarsi con il resto del pianeta. O meglio dell’universo. È proprio questo il nucleo vivo e pulsante del nuovo spettacolo dell’artista bolognese: la necessità assoluta e contemporanea di vivere collegati con altre vite, altri orizzonti, altre esperienze, non necessariamente e solamente umane che ci possono così permettere percorsi oltre l’io finito per espandersi verso un “noi” veramente universale.

Bergonzoni, per questo quattordicesimo spettacolo, da lui scritto e interpretato e diretto in coppia con Riccardo Rodolfi, si trova in un’assoluta solitudine drammaturgica, al centro di una cosmogonia comica circondato da una scenografia “prematura”, da lui concepita, alle prese con un testo che a volte potrebbe anche essere, e questa è una vera e propria novità, una candida e poetica confessione esistenziale. Senza per questo rinunciare alla sua dirompente visione stereoscopica che è diventata, in questi anni, materia complessa, comicamente eccedente e intrecciata in maniera sempre più stretta tra creazione-osservazione-deduzione.
Ma sicuramente i “Nessi” bergonzoniani, e la loro conseguente messa in scena, ci mostreranno quel personalissimo disvelamento, di fatto la vera cifra stilistica di questo artista, che porta molte volte anche grazie ad una risata, dallo stupore alla rivelazione.

BIGLIETTI
platea € 30,00
galleria € 25,00

PREVENDITE BIGLIETTI
Biglietteria Teatro Toniolo, aperta dalle 11.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.30.
Chiusa il lunedì

PREVENDITA ONLINE
www.vivaticket.it
INFO
www.teatrotoniolo.info.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone