Turista di Chioggia finisce in carcere in Thailandia, aveva delle pastigle di Xanax

Il libero professionista veneto di 47 anni era partito per l’antico Siam assieme alla sua compagna e a un’altra coppia di amici. I quattro non si sono trovati bene nella pensione dove erano alloggiati e avevano così deciso di cambiare alloggio. Ne sarebbe sorta una discussione con l’albergatore ed  è arrivata anche la Polizia thailandese. Durante i controlli un agente all’interno del passaporto del turista veneziano avrebbe trovato alcune pastiglie di Xanax, un normale tranquillante, ma in Thailandia è considerata una droga. Il cinquantenne è stato così portato in  cella. La sua compagna ha cercato di contattare l’ambasciata italiana trovando però problemi.

Pagando prima duemila euro di cauzione e quindi, come racconta, alcune “busterelle”, è riuscito  ad avere un processo che si è concluso  con 250 euro di multa. L’uomo è rimasto in prigione 3 giorni.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone