Giubileo, scendono in campo i giovani del Servizio Civile

Ricevuti in Campidoglio i cento ragazzi che hanno aderito ai tre progetti di Servizio Civile legati al Giubileo. Lavoreranno sulle piazze del centro, ai punti d’informazione e agli ingressi dei musei. Daranno supporto all’accoglienza e all’orientamento di pellegrini e turisti, presidieranno le aperture straordinarie dei luoghi di visita, nei musei forniranno informazioni di base (biglietti, orari), daranno assistenza nel corso delle manifestazioni giubilari, contribuiranno a gestire i flussi dei pellegrini (occupandosi in particolare dei disabili).

Tre, come si diceva, i progetti: due – Roma accoglie il mondo e I luoghi dei pellegrini – predisposti dalla Sovrintendenza Capitolina, il terzo – Giovani per il Giubileo – realizzato dalla Protezione Civile di Roma Capitale. La preparazione iniziale: prima un periodo di formazione generale con i funzionari della Sovrintendenza, poi quella operativa con sopralluoghi sulle aree interessate dai progetti.

Tra i siti in lista: in primis la Via Francigena (con i percorsi stabiliti nella delibera di febbraio 2015), poi il Campidoglio e i Musei Capitolini, i Mercati di Traiano e il Museo dei Fori Imperiali, Fontana di Trevi, Palazzo Braschi, i musei civici minori (Napoleonico, Barracco), Campo de’ Fiori, le grandi piazze storiche (Popolo, Spagna, Navona).

I giovani volontari agiranno in simbiosi con Protezione Civile e Polizia Locale. Dovranno dare ai pellegrini in primo luogo le informazioni pratiche essenziali, a cominciare dagli spostamenti in città con i mezzi pubblici.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone