Bari, piano per l’eliminazione barriere architettoniche previsti 900 mila euro

Incontro tra l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, il direttore della ripartizione IVOP Domenico Tondo, il direttore del settore Traffico Claudio Laricchia e il consigliere incaricato del sindaco alle politiche di tutela del diritto dell’accessibilità urbana Marco Livrea, finalizzato all’avvio della redazione del PEBA, il primo Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche sul territorio cittadino. Nel corso della riunione è stato definito il percorso da seguire nelle prossime settimane, che vedrà la predisposizione di una delibera di giunta comunale per l’istituzione del coordinamento interassessorile e di un gruppo di lavoro interipartizioni sui temi della disabilità, che si occuperà prevalentemente di:

  • redigere le linee guida del PEBA e realizzare un quaderno informativo di indirizzo tecnico che analizzi e illustri le soluzioni tecniche più appropriate per l’eliminazione delle barriere architettoniche, in modo da definire un linguaggio il più possibile univoco nelle scelte progettuali e nella loro successiva applicazione;
  • armonizzare le attività di programmazione e di progettazione per l’attivazione di risorse destinate ad interventi in favore delle persone con disabilità;
  • promuovere l’azione coordinata di interventi destinati a cittadini con bisogni “speciali”;
  • promuovere strategie di sensibilizzazione;
  • facilitare lo scambio di modelli di buone prassi e la circolazione di know how specifico.

Per la redazione delle linee guida, e successivamente per la progettazione di un primo stralcio di interventi di manutenzione straordinaria che consentiranno l’abbattimento delle barriere architettoniche esistenti, è in corso di perfezionamento l’affidamento di un incarico professionale esterno nell’ambito del fondo di rotazione individuato per sviluppare le progettualità da candidare a bandi nazionali e/o regionali. “Come promesso – commenta Giuseppe Galasso – dopo aver inserito nel Piano triennale delle opere pubbliche specifici interventi per eliminazione delle barriere architettoniche, stiamo confermando nel redigendo Piano triennale l’inserimento di un primo stralcio per 200 mila euro nel 2016, di un secondo per 300 mila euro nel 2017 e di un terzo per 400 mila euro nel 2018. Il primo di questi lavori verrà progettato contestualmente con le linee guida e ci consentirà di dare una prima risposta concreta per risolvere le situazioni di maggiore criticità”.”Con questa riunione sono state poste le basi di un progetto di ampio respiro per l’abbattimento non solo delle barriere architettoniche – prosegue Marco Livrea – ma anche delle barriere sociali e culturali esistenti, guardando con attenzione ai bisogni di mobilità e informazioni di un rilevante numero di cittadini. Questo programma, che sarà il frutto di un lavoro da svolgersi tra diversi assessorati, coinvolgerà il mondo della scuola, del welfare, dello sport e della cultura. Ma, soprattutto, determinerà azioni concrete da parte dell’amministrazione comunale con l’attivazione del PEBA, per la realizzazione del quale sono state assegnate rilevanti risorse economiche nei prossimi tre anni. Un cambio di passo importante che non prevede più quindi azioni isolate per risolvere singole contingenze ma un disegno complessivo che mira a colmare le lacune lungo il percorso per una piena inclusione nella nostra città”.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone