Arezzo, romeno ubriaco travolge e uccide Marzanna Barbara Stepien e Letizia Fiacchini di 10 anni

Ancora un incidente stradale causato da chi si pone alla guida senza essere nelle migliori condizioni. Ancora delle vittime innocenti. Due donne, una madre di 51 anni e la figlia di soli 10 anni travolte e uccise da una minicar lungo la via di Montione Alto a San Leo. L’auto ha investito le due mentre camminavano a margine della strada. Ad essere uccise Marzanna Barbara Stepien di origini polacche e la figlia Letizia Fiacchini di 10 anni.

La piccola è stata soccorsa sul posto dai sanitari del 118 di Arezzo che hanno tentato di tutto per rianimarla. Per lei non c’è stato niente da fare. Anche la madre non ce l’ha fatta. E’ morta poche ore dopo l’incidente. La donna in un primo momento è stata trasferita all’ospedale San Donato per raggiungere un centro specializzato con l’elisoccorso Pegaso. Prima di essere caricata sull’elicottero è deceduta per arresto cardiaco.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno estratto dall’auto il conducente. Presenti anche gli agenti della Polizia Municipale di Arezzo per i rilievi di legge e per la regolamentazione del traffico.

Soccorso anche il padre della bambina ed una soccorritrice. Entrambi sono stati colti da malore appena giunti sul luogo dell’incidente e sono stati trasferiti in ospedale per le cure del caso.

Il romeno di 50 anni era ubriaco al volante. Il conducente dell’auto, una volta estratto dall’abitacolo, avrebbe iniziato ad assumere un atteggiamento aggressivo e non avrebbe dato segno di comprendere la gravità della situazione. Si sarebbero creati dei momenti di tensione con le persone presenti sul posto che hanno minacciato più volte di aggredirlo.

Secondo i primi riscontri, l’uomo viaggiava con un tasso alcolemico quattro volte superiore a quello consentito.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone