Violenza sulle donne viste dagli studenti e da una vittima: Lucia Annibali

Martedì 2 febbraio 2016 al Teatro Rainerum a Bolzano, dalle ore 10.00 alle 12.00, si terrà la premiazione del concorso scolastico “Testimoni di coraggio civile”, incentrato sul fenomeno della violenza sulle donne. L’iniziativa è avvenuta nell’ambito della Piattaforma delle Resistenze contemporanee.

Ad essere coinvolti concorso scolastico “Testimoni di coraggio civile”, incentrato sul fenomeno della violenza sulle donne, proposto nell’ambito della Piattaforma delle Resistenze contemporanee, sono stati 200 studenti che nell’anno scolastico 2015/16 frequentano qualsiasi classe di un liceo, di un istituto tecnico o di una scuola professionale nelle provincie di Bolzano e Trento nonché gli studenti di terza media.

La premiazione del concorso è in programma martedì 2 febbraio 2016, al Teatro Rainerum a Bolzano, dalle ore 10.00 alle 12.00.

La premiazione al Rainerum sarà il momento in cui i ragazzi delle scuole partecipanti al progetto scopriranno i nomi dei vincitori del concorso, ma soprattutto incontreranno Lucia Annibali, la vittima che assieme alla giornalista del quotidiano “Corriere della Sera” Giusi Fasano ha scritto il libro “Io ci sono. La mia storia di NON amore”. Lucia Annibali è un’avvocatessa italiana che nel 2013 fu sfigurata con l’acido da due sicari ingaggiati dall’ex compagno e che ha avuto il coraggio e la forza di reagire.

Il concorso “Testimoni di coraggio civile” è stato organizzato dalla Piattaforma delle Resistenze contemporanee in collaborazione con Associazione Nazionale Magistrati-sezione Alto-Adige e Dipartimento alla Scuola e Cultura italiana della Provincia di Bolzano.

Per partecipare al concorso gli studenti hanno dovuto presentare un elaborato scritto o multimediale sul seguente tema: “Amore, violenza, paura, rabbia, forza, coraggio, responsabilità Reazione. Che cosa rappresentano per te? Quanto è importante il contesto socio-culturale riguardo la visione sulla violenza sulle donne? Perché denunciare è necessario?”

Il concorso prevedeva due categorie di partecipanti: singoli o gruppi (di classe o interclasse) e classi. I premi in palio per i singoli consistono in abbonamenti a cinema o teatro e buoni acquisto per libri, riviste o materiale informatico per un valore oscillante tra 100 e 300 euro, mentre per le classi è previsto anche un incontro con le realtà del territorio che si occupano di sensibilizzare la popolazione e tutelare le donne che hanno subito violenza

Sempre martedì 2 febbraio 2016, alle 20.30, Lucia Annibali e Giusi Fasano saranno al Teatro Cristallo, in via Dalmazia a Bolzano, insieme al Procuratore capo della Repubblica di Bolzano, Guido Rispoli, per un incontro aperto al pubblico.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone