Milano, dal Comune 3 milioni per far nascere il Grande Parco Forlanini

Milano Parco ForlaniniRaddoppiano gli spazi verdi del Parco Forlanini. Approvato dalla Giunta comunale il masterplan che consentirà ai cittadini milanesi di vivere, tra nuove aree verdi, percorsi ciclopedonali e cascine, un grande parco che collegherà il centro città con l’Idroscalo.

“Creiamo un parco continuo che abbraccerà tutto l’est milanese – dichiara l’assessora al Verde Chiara Bisconti -, sentieri ciclopedonali dall’alto profilo ecologico, tra cascine e aree verdi recuperate. La valorizzazione del fiume Lambro è il filo conduttore di un grande lavoro di squadra del Comune con enti, associazioni e cittadini. Dopo 15 anni da un faraonico concorso internazionale, che non è mai stato attuato per mancanza di risorse, passo dopo passo creiamo il Grande Parco Forlanini e lo facciamo insieme alla città”.

Il progetto “Grande Parco Forlanini” nato dal confronto e dalla collaborazione tra Comune, associazioni (Associazione Grande Parco Forlanini), università (Politecnico di Milano), agricoltori e cittadini può contare oggi su un finanziamento complessivo di 3 milioni di euro e prenderà il via in questi giorni con l’inizio dei lavori per la creazione dei sentieri ciclopedonali che renderanno fruibili i campi agricoli racchiusi tra via Tucidide/Corelli e viale Forlanini e via Cavriana e il fiume Lambro. Tre nuovi chilometri di percorso ciclabile che creeranno non solo un anello verde per migliorare la fruibilità degli spazi ma consentiranno soprattutto a ciclisti, sportivi e pedoni di riscoprire anche il grande patrimonio agricolo e gastronomico della zona rappresentato dalle cascine Cavriana e Sant’Ambrogio. Per la realizzazione dell’intervento sono stati stanziati 600 mila euro.

“Un corridoio verde dal centro all’Idroscalo concepito come autentico spazio metropolitano – prosegue l’assessora Bisconti – perché interesserà diversi comuni: oltre a Milano, anche Cologno, Brugherio, Sesto San Giovanni, Segrate e Peschiera Borromeo. È la strada che si deve percorrere nei prossimi anni per valorizzare al massimo il grande patrimonio naturale che circonda e interseca le città e i quartieri. Creiamo una nuova risorsa straordinaria che oggi a Milano manca, un parco metropolitano con il fiume Lambro al centro, condiviso da tutti i comuni dell’Est milanese. Realizzeremo percorsi paesaggistici suggestivi e di fatto andremo a raddoppiare la superficie dell’attuale Parco Forlanini”.

Il progetto “Grande Parco Forlanini” prevede anche l’attuazione di opere strutturali importanti come la realizzazione della passerella ciclopedonale sul Lambro. L’opera, che può contare su fondi pari a 2 milioni di euro, consentirà di collegare la parte finale di Viale Argonne con l’Idroscalo attraversando gli spazi dell’attuale parco Forlanini creando quella continuità pedonale e ciclabile oggi inesistente. Un intervento che si pone in continuità con l’azione amministrativa di riconnessione e riqualificazione del patrimonio verde già presente in città e che fa parte delle opere di compensazione previste per la costruzione della nuova M4.

“La realizzazione di un’infrastruttura strategica per la mobilità sostenibile di una grande città – sottolinea l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran – diventa anche l’occasione per renderla più bella e fruibile. Sappiamo che i cantieri di un’opera impattante come la metropolitana comportano inevitabili disagi, ma lavoriamo per trasformarli in opportunità di crescita e sviluppo nel rispetto dell’ambiente e nella valorizzazione della città”.

A sostegno della realizzazione del progetto “Grande Parco Forlanini” anche l’impegno della Fondazione Cariplo che ha messo a disposizione dell’Amministrazione 470mila euro di contributi per la realizzazione di boschi, filari e siepi tra Milano 2 e Via Rizzoli. L’intervento comprenderà anche la riqualificazione dei giardini esistenti e degli spazi dedicati alle attività e funzioni sociali intorno a Cascina Biblioteca. Opera che rappresenta la prima applicazione di quella collaborazione tra Comune, ERSAF e Politecnico di Milano, in chiave di città metropolitana, volta a gestire la Grande Milano, andando oltre i confini e la competizione tra enti di governo, nel segno di una sicura visione del futuro, della qualità della vita dei cittadini e del paesaggio della città.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone