Catania, il due febbraio al via la mostra “Agata Anima Mundi”

È tutto pronto per la quattordicesima edizione della mostra, “Agata Anima Mundi”, organizzata come consuetudine dall’Accademia di Belle Arti di Catania su iniziativa della cattedra di Storia del costume presieduta dalla professoressa Liliana Nigro  e patrocinata dal Comune di Catania e dall’Assostampa, il sindacato unitario dei giornalisti italiani, con il sostegno di Maison Du Cochon, l’Accademia di Moda e Spettacolo di Gianni Belebung, l’Associazione Moda e Spettacolo Show Business, Agostino Zanti parrucchieri, il professore Enrico La Rosa con gli allievi Davide Ruvolo e Riccardo Guttà che hanno realizzato un video per Sant’Agata, l’HJO Jazz Orchestra e il sassofonista Andrea Iurianello e l’apporto dei consulenti artistici Veronica Maugeri, Carmelo Eliano Pappalardo, Giulia Riga, Stefania Giuffrida e Iolanda Manara. 
L’evento culturale più glamour e atteso dell’anno, dedicato all’artista e scenografa Rosalba Leonardi Indaco prematuramente scomparsa, sarà inaugurato il due febbraio, ore 21.00, nei locali del Museo Diocesano e sarà possibile ammirare gli eleganti abiti dedicati alla nostra “Santuzza” fino al sei febbraio.

Testimonial della manifestazione il giornalista e presentatore Salvo La Rosa e la vaticanista, vice capo redattore Rai Alessandra Ferraro, i quali taglieranno il nastro augurale e subito dopo accompagnate dal sassofono di Andrea Iurianello le modelle dell’associazione Show Business e dell’Accademia di Moda e Spettacolo di Gianni Belebung sfileranno con alcune creazioni degli allievi della cattedra di storia del costume.

Tutto il programma della ricca manifestazione sarà spiegato il 28 gennaio alle 10.30 al Museo Diocesano durante la conferenza stampa, animata da Liliana Nigro, curatrice della mostra, Virgilio Piccari, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Catania, Graziella Priulla, Ordinario Università di Catania, Daniele Lo Porto, segretario provinciale Assostampa sindacato unitario dei giornalisti italiani, Salvo La Rosa, giornalista e presentatore tv, Antonietta Petrosino, Avvocata dei diritti umani e responsabile Amnesty International Gruppo 72 Catania, e Santi Consoli, presidente regionale FITA Federazione Italiana Teatro Amatoriale.

Sarà presente anche la scuola primaria “Mary Poppins” di Librino con la dirigente scolastica Anna Pennisi e il direttore del centro diurno Simone Calogero insieme ad una folta rappresentanza di alunni, che a fine dell’incontro mostreranno il proprio omaggio dedicato a Sant’Agata: una candelora dei bambini.

Scopo dell’iniziativa, promuovere e diffondere lo spirito cristiano della fratellanza e della solidarietà ponendo Agata come modello di vita da seguire ed imitare.

Numerose associazioni culturali come i Lions Club di Trecastagni, Misterbianco, Acitrezza Verga, Adrano – Bronte – Biancavilla, Randazzo e Ordine Costantiniano Nemagnico dei Cavalieri di Rito Orientale hanno aderito al progetto sostenendo la manifestazione con una borsa di studio, che verrà assegnata il giorno dell’inaugurazione agli studenti più meritevoli.

Un’autorevole giuria di qualità, deciderà quale creazione delle oltre cinquanta esposte nei locali del Museo Diocesano ed illustrate anche nell’elegante catalogo iconografico dedicato alla mostra “Agata Anima Mundi” si aggiudicherà l’ambito riconoscimento. Il premio agli studenti vincitori sarà consegnato durante la cerimonia “Amori di cristallo”, giorno 13 febbraio, ore 18.00, al Palazzo della Cultura.

Il Maestro Fotografo Giuseppe Lo Presti, anche quest’anno a grande richiesta, ha deciso di dedicare un calendario artistico alla nostra Patrona acquistabile durante i giorni della mostra e il cui ricavato sarà donato in beneficenza.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone