Milano, morto clochard noto ai servizi sociali, aveva sempre rifiutato accoglienza

Grande tristezza per la morte del clochard avvenuta questa mattina poco dopo l’arrivo del 118. Era una persona nota ai nostri servizi del Comune di Milano da tempo, che viveva per strada in quella zona e che nonostante i molteplici sforzi degli operatori delle Unità mobili e degli assistenti sociali, da cui era seguito, non aveva mai accettato di andare in una struttura di accoglienza. Questa è una delle situazioni più difficili da affrontare, quando cioè, benché ci siano posti letto, i clochard non vogliono lasciare la strada.
Operatori e volontari, giorno e notte ogni, cercano di intercettare chi ancora non conosce i servizi messi a disposizione dal Comune e non sa che è possibile avere un posto letto. Si rinnova l’invito a tutti i cittadini che vedono o conoscono persone in difficoltà di segnalare la loro presenza al Centro Aiuto.
Sono 2.700 i posti letto allestiti in diversi centri e nel mezzanino della Stazione, di cui almeno 150 ancora liberi e utilizzabili per accogliere nuove persone.
Il Centro è aperto tutti i giorni con orario prolungato dalle 8.30 alle 24 (il sabato e la domenica dalle 9). Per le segnalazioni è possibile chiamare questi numeri: 02/88447645 – 02/88447646 – 02/88447647 – 02/88447648 – 02/88447649.
Lo comunica l’Ufficio stampa del Comune di Milano.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone