Venezia, Teatro Momo: domenica lo spettacolo “Molto piacere”

Domenica 24 gennaio alle ore 16.00, la compagnia Teatro Impiria di Verona porterà in scena al Teatro Momo di Mestre lo spettacolo MOLTO PIACERE di Andrea Castelletti.

La rassegna è organizzata dall’Assessorato Attività culturali e dalla FITA, comitato provinciale di Venezia.

Domenica 24 gennaio 2016 ore 16.00
Teatro Impiria
MOLTO PIACERE
di Andrea Castelletti
I genitori di due bambini che si sono picchiati al parco si incontrano per un accordo ed una riappacificazione, cercando di risolvere la cosa da persone civili.
Ma gli iniziali convenevoli e buoni proponimenti si trasformano in velenosi e cinici battibecchi, non solo tra le due coppie di genitori ma anche all’interno delle stesse coppie. Il “civile” incontro diviene presto una carneficina dialettica in un tutti-contro-tutti, tanto esilarante per il pubblico, dove quattro adulti arrivano a comportarsi come bambini.
L’uso via via più iroso del formale “molto piacere”, che dà anche il titolo alla pièce, accompagna lo svelamento del “peggio di sé” che i quattro personaggi finiscono col manifestare, il cui debordante egocentrismo è sottolineato dal regista Andrea Castelletti che li fa muovere dentro un ambiente ridicolmente piccolo, in cui giganteggia solo il grande ego di ciascuno.
BIGLIETTI
Biglietto Intero € 10,00 Biglietto ridotto € 8,00 – Posti numerati

Al Teatro Toniolo è aperta la prevendita dei biglietti.
(dalle 11.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.30 -chiuso il lunedì)
Biglietteria Teatro Momo: è aperta a partire da un’ ora prima dell’inizio di ogni spettacolo.

INFORMAZIONI
MAGGIORI INFO E FOTO nel sito www.teatromomo.info www.fitaveneto.org

TEATRO MOMO tel. 041 988224
PRODUZIONI CULTURALI E SPETTACOLO tel. 041-3969230-220

9 su 10 da parte di 34 recensori Venezia, Teatro Momo: domenica lo spettacolo “Molto piacere” Venezia, Teatro Momo: domenica lo spettacolo “Molto piacere” ultima modifica: 2016-01-23T01:57:45+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento