Neve, Vasto in ginocchio

“Gli sforzi dell’assessore Marcello di spiegare che la sua amministrazione comunale, quella di Lapenna, sta facendo di tutto per garantire una ripresa normale delle attività dopo la nevicata dei giorni corsi sono da apprezzare. Ma non bastano. Il problema è che, ancora una volta, si è sottovalutato il problema. Non possono riaprire le scuole se davanti ai piazzali degli stabili ci sono lastroni di ghiaccio che mettono a repentaglio l’incolumità dei ragazzi e dei genitori. Non si può dire che si sta facendo di tutto se il principale parcheggio pubblico (privato??), ovvero il Multipiano, non garantisce la pulizia delle scale e degli accessi, con la conseguenza che i ruzzoloni fanno il fumo. Non si può dire che aver operato al meglio se le strade del vecchio centro, dove ci sono anziani in casa che non escono da giorni, sono lastre di ghiaccio. Non si è essere “abbastanza soddisfatti” e fare conferenze stampe se le periferie sono abbandonate a se stesse: chiedere ai residenti di Colle Pizzuto, tanto per fare un esempio eclatante. E meno male che da due giorni c’è il sole, altrimenti questa città sarebbe ancora in ginocchio, nella stessa posizione in cui la stanno riducendo Lapenna e compagni”.

E’ quanto scrive in una nota Nicola Del Prete, conigliere comunale di opposizione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Neve, Vasto in ginocchio Neve, Vasto in ginocchio ultima modifica: 2016-01-20T09:34:34+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone