Roma, Pasti caldi, coperte, docce: il piano freddo per i più fragili

accoglienza piano freddoTemperature in picchiata, tramontana, possibile ghiaccio di notte: il freddo è arrivato anche nella Capitale e a soffrirlo sono soprattutto clochard, emarginati, persone con problemi cognitivi, immigrati e chiunque non abbia un tetto sopra la testa. Per loro c’è il “piano freddo” del Campidoglio.

Con il piano si offre a chi ne ha bisogno “una prima accoglienza notturna, diurna e di sollievo”. Ad essere accolte sono persone segnalate dalla Sala Operativa Sociale. Ricevono ospitalità di giorno e di notte, servizi di segretariato sociale, cibo a colazione e agli altri pasti (merenda compresa), la possibilità di fare una doccia, coperte per chi non ha un posto dove dormire. E ancora: attività e intrattenimento, cambio abiti e lavanderia, sostegno individuale (in collaborazione con i servizi sociali dei Municipi e con chi svolge lavoro sociale sul territorio). Oltre all’emergenza immediata, infatti, il piano punta ad avviare percorsi di recupero e ripresa dell’autonomia.

A fare da raccordo è la Sala Operativa Sociale (SOS) del Campidoglio: per segnalare casi bisognosi d’assistenza, o per riceverla, basta chiamare la Sala al numero verde 800440022, attivo 24 ore su 24.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone