Napoli, venduti decine di omogeneizzati scaduti, grave bimbo di 19 mesi

Il supermercato metteva in vendita il prodotto anche se era scaduto. Decine di omogeneizzati sono stati ritirati da un esercizio commerciale di Possillipo, a Napoli, dopo che un bimbo di 19 mesi è rimasto gravemente intossicato.

Una donna, non facendo caso alla data di scadenza, convinta che un prodotto appena acquistato non potesse già essere scaduto, ha dato da mangiare al suo bambino, notando però, dopo qualche ora, l’insorgere di febbre, vomito e diarrea.

Una volta in ospedale i medici hanno confermato che quella del bambino era una grave intossicazione alimentare, così è scattata la denuncia. Gli agenti hanno provveduto al sequestro della merce scaduta, che sarà portata in un laboratorio della Asl Napoli 1 per essere analizzata.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone