Crotone, Scelti i vincitori del premio “Giovanni Grillo” destinato agli alunni delle scuole calabresi.La premiazione il 27 gennaio in occasione del “Giorno della Memoria”

giorno della memoriaQuarantasei progetti dai ragazzi delle scuole superiori, novanta dagli alunni delle scuole medie della Calabria.

Sono i numeri dell’ampia partecipazione al Premio Giovanni “Giovanni Grillo” istituito e finanziato da Michelina Grillo in memoria del padre Giovanni, militare calabrese, deportato nei campi di concentramento tedeschi durante la seconda guerra mondiale.

La centotrentasei proposte sono frutto dell’impegno di centinaia di alunni che, da da tutta la Calabria, hanno partecipato al concorso destinato alle scuole secondarie di primo e secondo grado patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale, dalla Regione Calabria, dal Comune di Crotone, dall’Aeronautica Militare, dall’Università della Calabria, dall’Istituto Storia Contemporanea di Ferrara, l’Associazione Nazionale ex Internati Militari (A.N.E.I), dalla Società Dante Alighieri sede di Roma, dal Comune di Melissa, dalla Fondazione Internazionale “Ferramonti di Tarsia” per l’Amicizia tra i Popoli e l’Istituto Calabrese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea (ICSAIC).

Tra le proposte la Commissione di Valutazione, presieduta da Michelina Grillo e  composta dal colonnello Antonio Bernabei in rappresentanza dell’Aeronautica Militare di Roma, da Sonia Talarico in rappresentanza della Regione Calabria, da Lucia Abiuso in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Regionale e da Francesco Vignis portavoce del sindaco di Crotone, città dove Giovanni Grillo ha vissuto per molti anni, ha individuato il primo e secondo classificato tra le scuole medie e i primi due classificati delle scuole superiori ai quali andranno le borse di studio messe a disposizione dalla signora Grillo.

Non è stato facile, per la commissione, scegliere le proposte vincitrici tra tutte quelle pervenute presso l’Ufficio Scolastico Regionale, dove si sono tenute le sedute di valutazione.

Tanti i progetti nelle forme più diverse, così come richiesto dal bando: filmati, componimenti poetici, saggi narrativi, disegni, quadri e sculture.

La Commissione ha valutato le proposte attraverso criteri di partecipazione attiva degli studenti, la qualità critico – culturale, l’innovazione didattica, la qualità tecnico – comunicativa, l’originalità e la creatività.

La qualità dei lavori, al di là della scelta dei vincitori, è stata giudicata dalla commissione complessivamente molto elevata a testimonianza dell’impegno degli alunni che hanno partecipato ma anche della loro sensibilità verso temi apparentemente lontani come l’internamento e le persecuzioni nazifasciste verificatesi durante l’ultimo conflitto mondiale.

Lavori molto validi anche grazie al coordinamento dei docenti ed alla scuola più in generale che, ancora una volta, si dimostra una vera palestra di vita.

Particolarmente commossa durante i lavori della Commissione la figlia di Giovanni Grillo, Michelina che ha fortemente voluto l’istituzione del premio legato al mondo della scuola che considera il luogo dove si formano le coscienze e si trasmettono i valori.

Considerato l’ampio successo a livello regionale dell’iniziativa, l’idea della signora Grillo è quella di proporre una seconda edizione che travalichi i confini della Calabria.

I nomi delle scuole vincitrici saranno rivelati nel corso dell’iniziativa che si terrà il prossimo 27 gennaio nell’ambito di una manifestazione organizzata in occasione della Giornata della Memoria.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone