Arriva l’Eurocarnevale il 15 gennaio in piazza dei Signori e nelle vie del centro

Venerdì 15 gennaio, al suono dei ritmi più diversi e delle maschere più spettacolari, Vicenza si trasformerà in un palcoscenico a cielo aperto per 35 gruppi musicali internazionali (Guggenmusik), dotati di molteplici strumenti, dalle percussioni ai tamburi spinti su speciali carrelli, fino alle fanfare e agli strumenti a fiato. Accadrà grazie all’Eurocarnevale 2016, organizzato dall’agenzia Europlan in collaborazione con l’assessorato alla crescita del Comune di Vicenza.
“Quella che registreremo venerdì sarà una vera e propria invasione – dichiara il vicesindaco e assessore alla crescitaJacopo Bulgarini d’Elci -. Un’invasione colorata, allegra, musicale, coinvolgente, che riempirà e animerà il nostro centro storico. Vicenza negli ultimi anni non ha mai costruito legami particolarmente forti con il carnevale, nonostante la prossimità a una delle capitali mondiali dei festeggiamenti del carnevale, Venezia. Ci è sembrato interessante portare anche da noi la spettacolare brigata di Eurocarnevale, che subito dopo si trasferirà a Verona, città che ha già sperimentato con soddisfazione questa iniziativa”.
La mattina sono in programma esibizioni libere nelle vie del centro storico; nel primo pomeriggio a Campo Marzo, intorno alle 14, prenderà il via la sfilata che, da viale Roma, percorrerà corso Palladio, contra’ Santa Barbara, fino a piazza dei Signori. Qui, alle 16, si terrà il Montsterkonzert, il concerto finale a bande unite.
Il 16 gennaio il testimone passerà a Verona, che a sua volta ospiterà questa antica e singolare tradizione folcloristica legata al carnevale, nata nel 1993 con il nome di “Guggenmusik Festival”, e poi rinominata al fine di accogliere altre realtà folcloristiche.
Originaria della Svizzera, probabilmente di Basilea, dove all’inizio del ‘900 sono state trovate le prime note scritte di questo genere, che si è poi consolidato e diffuso nelle regioni confinanti, la Guggenmusik è una musica spontanea, veloce e piena di vita, un miscuglio di note che i musicisti eseguono senza spartito, ma semplicemente improvvisando e facendo leva su una consolidata esperienza. Ne scaturisce un tipo di musica impossibile da classificare nei generi tradizionali, ma che è piuttosto un insieme di stili diversi, dal jazz al rock, dalla musica classica a quella popolare, un repertorio particolare che comprende persino qualche testo classico della tradizione italiana, caratteristico del periodo di carnevale.
Dall’Europa centrale, Svizzera, Austria, Germania provengono i maggiori rappresentanti di questi gruppi musicali carnevaleschi che si incontrano una volta l’anno, proprio nel periodo precedente al Carnevale. E ventuno sono stati finora gli incontri organizzati con grande successo di pubblico, su tutti Verona, Praga, senza dimenticare Magonza, Wolfsberg, Salisburgo, Amsterdam, Villach, Bolzano, Trieste.
Ogni gruppo è composto da circa 30-40 musicisti e la particolarità di ogni formazione sta nei costumi, sempre molto colorati e originali, che variano di anno in anno e che offrono uno spettacolo coreografico insolito, con personaggi agghindati come i barbari o coperti dal tradizionale cappello a punta e da un mantello di foglie ed erba.

Durante lo svolgimento della sfilata sono previste alcune modifiche alla circolazione. In particolare, dalle 14.30 alle 16.30 di venerdì 15 gennaio, e comunque fino alla conclusione della manifestazione, viale Roma rimarrà chiusa; le auto in uscita da viale Verdi o dal park Verdi dovranno dirigersi obbligatoriamente a destra all’incrocio con viale Roma.
La circolazione sarà modificata anche all’interno della zona a traffico limitato interessata dalla sfilata; le deviazioni saranno segnalate dal personale dell’organizzazione.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone