Genova Baskin, il basket inclusivo alla De Amicis

Sabato 30 gennaio, alle 10, nella sala Luzzati della biblioteca De Amicis si terrà un incontro di presentazione del baskin, un nuovo tipo di sport ispirato al basket, nato nel 2006 a Cremona dall’idea di Antonio Bodini e Fausto Capellini e il cui nome significa basket inclusivo. Il baskin ha regole e caratteristiche diverse dalla pallacanestro. Le squadre sono miste e composte da normodotati e diversamente abili con vari gradi di disabilità. Si gioca con sei canestri e cinque sono i ruoli nei quali di giocatori vengono classificati in base alle loro abilità. In questo sport ciascun giocatore può esprimere le proprie potenzialità contribuendo equamente all’ottenimento del risultato finale agonistico ma anche allo sviluppo delle relazioni fra le persone. Il baskin viene praticato già in dieci regioni italiane, ma non ancora in Liguria.

Per partecipare all’incontro è necessario prenotarsi telefonicamente ai numeri 010.252237 e 010.265237, entro il 15 gennaio.

Nel corso dell’appuntamento verranno descritte le caratteristiche di questa disciplina, i ruoli dei giocatori e le regole generali. Al termine della presentazione si svolgerà una tavola rotonda a cui parteciperanno Gaetano Cuozzo presidente del Comitato regionale Liguria del Comitato Italiano Paralimpico, Antonio Bodini presidente dell’associazione Baskin di Cremona, Francesco Langella responsabile scientifico della biblioteca De Amicis e Chiara Alberti promotrice di questo appuntamento rivolto a far nascere squadre di Baskin anche a Genova e in Liguria.

9 su 10 da parte di 34 recensori Genova Baskin, il basket inclusivo alla De Amicis Genova Baskin, il basket inclusivo alla De Amicis ultima modifica: 2016-01-11T02:13:24+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento