Presentato il programma dell’edizione 2016 del Carnevale di Acireale, il Più Bel Carnevale di Sicilia

acireale carnevaleNella sala conferenze dell’Angolo di Paradiso alla Villa Belvedere di Acireale è stato presentato alla stampa il programma dell’edizione 2016 del Più Bel Carnevale di Sicilia. La manifestazione più divertente dell’anno prenderà il via sabato 30 gennaio e si concluderà martedì 9 febbraio, ma darà appuntamento al suo pubblico al 23, 24 e 25 aprile per la I edizione del Carnevale dei Fiori.

Scatta ufficialmente il conto alla rovescia! Ancora poche settimane di attesa e ad Acireale esploderà “Il Più Bel Carnevale di Sicilia”, lo spettacolo più divertente dell’anno. Sarà trionfo di colori, musica, ironia e divertimento nel palcoscenico suggestivo delle piazze e delle strade barocche della città sospesa tra il mare e l’Etna. L’edizione 2016 sarà un mix di tradizione e novità, a partire dalla nuova formula. Il programma del Più Bel Carnevale di Sicilia si fa in due. Si parte con le due settimane del Carnevale invernale, che daranno “l’arrivederci” alla grande novità dell’edizione 2016, il Carnevale dei Fiori, che andrà in scena il 23, il 24 e il 25 aprile.

La mega festa irromperà sabato 30 gennaio quando il sindaco, Roberto Barbagallo, consegnerà nelle mani di Re Burlone e della Regina del Carnevale le chiavi della città. Sovrana incontrastata l’allegria regnerà ad Acireale fino a martedì 7 febbraio. Novità dell’inverno 2016 è il I concorso riservato alle Maschere singole, che seguiranno nella parata i carri allegorici.

Immancabili nel programma 2016 i concerti, la musica e le grandi serate di festa in piazza Duomo per intrattenere fino a tarda sera giovani, adulti e bambini. Si comincia all’insegna dell’ilarità sabato 30 con i Brigantini, Carlo Caneba & friends, domenica 31 in piazza Duomo lo spettacolo di musica e cabaret di Lab Orchestra con la partecipazione di Lello Analfino, e Matranga e Munafò di Colorado Cafè. Venerdì 6 febbraio “Balla coi Carri”, una grande festa in maschera in diversi punti del circuito, (i carri allegorici si trasformeranno in discoteche sotto le stelle), e martedì 9 febbraio in piazza Duomo l’orchestra spettacolo Atmosfera Blu.

Il Più Bel Carnevale di Sicilia 2016 si fermerà solo per 2 mesi. Sabato 23, domenica 24 e lunedì 25 aprile Acireale vivrà il Carnevale dei Fiori. Tutto il centro della città barocca sarà colorato e profumato da migliaia di fiori e le macchine infiorate, peculiarità del Carnevale di Acireale, daranno vita ad uno spettacolo unico e raffinato.

Sono intervenuti: Il presidente del consiglio comunale, Rosario Raneri, che ha sottolineato l’importanza del Carnevale per la storia, le tradizioni e la cultura cittadina, per il Credito Siciliano, Santo Sciuto, direttore territoriale Sicilia Centro, il direttore artistico, Giulio Vasta, che ha presentato il nuovo programma tascabile e ha illustrato le principali iniziative del programma 2016, gli eventi in piazza Duomo, il ritorno, dopo decenni, del concorso delle maschere singole e la grande novità del Carnevale dei Fiori, che aprirà Acireale a tutti i grandi Carnevali d’Italia, il presidente della Fondazione del Carnevale, Antonio Coniglio, che ha condiviso con la sala una riflessione sul progetto portato avanti dal Cda della Fondazione: «Abbiamo fatto una scelta, quella di mettere il nostro artigianato artistico al centro di un progetto di sviluppo», l’assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo, che ha dichiarato: «Sono contento di essere con voi per prendere due impegni importanti. Assegnare ad una delle manifestazioni più importanti della Regione siciliana il contributo di 100mila euro e, tramite l’asse con la deputazione acese e l’onorevole Nicola D’Agostino, fare la nostra parte per sostenere il progetto di rilancio della Cittadella in termini di promozione turistica e dei beni culturali, per valorizzare la storia del Carnevale di Acireale e creare il museo della cartapesta, la scuola della cartapesta e le botteghe della cartapesta», il direttore generale della Sibat Tomarchio, Lorenzo Libè, che ha annunciato la produzione di 500 mila bottiglie di aranciata Tomarchio con etichetta dedicata, in distribuzione per tutto il mese di gennaio in tutti i supermercati e ipermercati siciliani, il sindaco, Roberto Barbagallo, ha ringraziato Anthony Barbagallo: «La sua presenza ci conforta, da decenni e decenni almeno l’assessore regionale al Turismo non prendeva parte alla presentazione del nostro Carnevale. Lo ringrazio per il contributo concesso, lo ringrazio per la nuova prospettiva che ci dà, che rivoluzionerà tutto ciò che ruota intorno al mondo della cartapesta. Quest’anno dovevamo scegliere e abbiamo scelto, non abbiamo bloccato il Carnevale, sfileranno i carri della passata edizione, che sono stati apprezzati da pochi a causa del maltempo incessante, e abbiamo presentato un programma dignitoso, che darà la giusta visibilità al terzo Carnevale d’Italia. Stiamo puntando sulla novità del Carnevale dei Fiori e soprattutto investendo tutto sul rinnovamento della Cittadella, se non la renderemo una vera fucina della cartapesta non potremo pretendere di dare nuovo respiro e ancora più ampie ambizioni al nostro Carnevale».

 

 


laprimapagina 2016 Richiedi