Vicenza, apre oggi il nuovo asilo nido a San Felice

In due padiglioni dell’ex ospedale psichiatrico di San Felice, completamente ristrutturati, da oggi arrivano i bambini del nido di San Rocco.

Il trasferimento, deciso dal Comune in seguito alla vendita del complesso di San Rocco alla fondazione Cariverona e all’acquisizione gratuita dei padiglioni di San Felice dall’Ulss 6, ha comportato il completo rifacimento delle strutture.

In vista dell’apertura del nido, hanno eseguito un sopralluogo ai nuovi ambienti gli assessori alla cura urbana Cristina Balbi e alla formazione Umberto Nicolai.

“L’obiettivo è stato centrato – ha commentato l’assessore Balbi – e con la fine delle vacanze natalizie bimbi e famiglie troveranno ad attenderli una struttura davvero accogliente, completata nei tempi previsti grazie al grande impegno degli uffici comunali, dell’impresa e della direzione lavori. Una ‘scuola modello’ non solo all’interno, dove ogni sezione potrà contare su ambienti spaziosi e luminosi, ma anche all’esterno, dove sul giardino recintato ad uso esclusivo del nido si affaccia un solarium in legno che potrà essere utilizzato dai bambini anche quando il prato dovesse essere bagnato. Senza contare che questa scuola è dotata di impianti efficienti, ispirati ai principi del risparmio energetico, mentre a San Rocco, che in ogni caso bisognava lasciare, edificio e impianti erano totalmente obsoleti”.

“Questo nuovo nido – ha aggiunto l’assessore Nicolai – è un vero gioiello che le famiglie dei nostri piccoli utenti avranno senz’altro modo di apprezzare. Ringrazio, in particolare, le educatrici, che in questi giorni di vacanza hanno lavorato instancabilmente a fianco dell’impresa perché sia tutto pronto per l’apertura di giovedì. Sono inoltre certo che questa struttura, esemplare sotto il profilo degli ambienti e del progetto educativo, porterà nuova vitalità in una zona della città di cui i vicentini si stanno progressivamente riappropriando”.

Gli interventi di ristrutturazione e di adeguamento dei padiglioni alla nuova destinazione sono costati complessivamente 900 mila euro, finanziati da Fondazione Cariverona.

Inoltre l’amministrazione comunale ha speso 150 mila euro per concludere la bonifica del sottosuolo, dove gli impianti risultavano coperti da amianto, e per altri lavori complementari che si sono resi necessari.

I due padiglioni dell’ex ospedale psichiatrico di San Felice (850 metri quadrati) sono stati completamente rinnovati con la sistemazione della copertura, dove sono state sostituite le vecchie guaine e alcune tavelle. Inoltre sono stati riorganizzati gli spazi interni per renderli adatti ad ospitare un asilo nido moderno e attrezzato: per questo il progetto è stato condiviso con gli insegnanti e il personale.

E’ stato quindi rifatto l’impianto elettrico e migliorato l’impianto di raffrescamento che potrà essere utilizzato durante la stagione calda, visto che l’apertura del nido si protrae fino a luglio compreso.

Non sono mancati gli interventi di sistemazione del cortile esterno riservato ai bambini.

Tutti i 41 bambini che attualmente frequentano il nido di San Rocco troveranno quindi dal 7 gennaio una struttura completamente nuova ad attenderli. A loro, entro febbraio, si aggiungeranno 4 nuovi iscritti, per un totale di 45 bambini. Il nuovo nido è stato progettato per accogliere fino a una settantina di piccoli utenti.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone