Firenze, Capodanno incidenti per troppo alcol, due patenti ritirate

Due patenti ritirate perché i conducenti avevano bevuto troppo e piccoli incidenti, durante i festeggiamenti di Capodanno. In strada, per i controlli, erano dispiegati 125 agenti di polizia municipale. Sedata anche una rissosa lite tra due coniugi. Si è verificato uno spettacolare incidente in viale Belfiore che ha coinvolto una Ferrari.
Gli incidenti complessivi sono stati cinque. In un caso un’auto è finita da sola contro quattro vetture in sosta in via Baccio da Montelupo, in un’altro la macchina è andata contro la centralina semaforica a Porta al Prato (il conducente era ubriaco) mentre una macchina ha picchiato contro le paline della segnaletica al centro della carreggiata a Poggio Imperiale. La polizia municipale è intervenuta anche per sedare una rissa scoppiata tra due coniugi peruviani sotto al comando di Porta al Prato all’alba. In centro, gli agenti sono anche intervenuti contro alcuni venditori abusivi che vendevano merce falsa durante i festeggiamenti.
Per quanto riguarda l’incidente che ha coinvolto una Ferrari, si è verificato in viale Belfiore. Il conducente della Ferrari era un fiorentino di 67 anni titolare di una concessionaria che la stava portando al piazzale Michelangelo per farla visionare da un cliente. L’uomo transitava verso Porta al Prato quando all’altezza dell’Inps ha perso il controllo, ha fatto testacoda e invaso l’altra corsia sbattendo contro un’Audi che proveniva dal senso opposto. La Ferrari ha terminato poi la marcia urtando sia un lampione che un albero e danneggiandoli entrambi. Sia il conducente della Ferrari che i due occupanti dell’Audi – residenti a Roma – sono rimasti feriti leggermente e sono stati trasportati a Careggi. Prima del ricovero in ospedale il conducente della Ferrari è stato sottoposto a pretest con risultato positivo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, Capodanno incidenti per troppo alcol, due patenti ritirate Firenze, Capodanno incidenti per troppo alcol, due patenti ritirate ultima modifica: 2016-01-03T01:07:27+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento