Ravenna, Salvatore Chianese lavorava per l’istituto di vigilanza Civis Augustus

Il napoletano di 42 anni è stato raggiunto alla testa da dietro da una fucilata con munizioni da caccia. Il vigilante è stato ritrovato morto all’ingresso della cava a Savio di Ravenna. Salvatore Chianese, 42 anni, incensurato, nato a Napoli, era da tempo residente a Campiano con la moglie e un figlio di 9 anni. Da anni lavorava per l’istituto di vigilanza Civis Augustus.

In precedenza era stato riportato l’utilizzo di una pistola. Il cadavere di Chianese è stato ritrovato verso poco dopo l’1 proprio da un collega. La guardia giurata era impegnata nel suo giro di pattugliamento notturno. Visto il prolungato silenzio radio una pattuglia si è portata sul posto per un controllo. Il corpo era riverso a terra all’esterno del cancello dove aveva già inserito le chiavi. A pochi metri l’auto di servizio con il lunotto in frantumi per una seconda fucilata.

La cava non ha telecamere di videosorveglianza e si trova in zona isolata, distante da abitazioni.

I Carabinieri che indagano con il coordinamento del sostituto procuratore Daniele Barberini stanno ascoltando diverse persone nel tentativo di ricostruire i contorni del delitto.

9 su 10 da parte di 34 recensori Ravenna, Salvatore Chianese lavorava per l’istituto di vigilanza Civis Augustus Ravenna, Salvatore Chianese lavorava per l’istituto di vigilanza Civis Augustus ultima modifica: 2015-12-30T12:12:40+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento