Mimose già fiorite in anticipo di due mesi nel Metapontino

Natale con le mimose già fiorite in anticipo di due mesi nel Metapontino, nei campi cresce l’erba come in primavera e le zanzare proliferano in un periodo per loro proibitivo: bastano queste affermazioni a confermare una anomalia climatica che con caldo e assenza di pioggia e vento sta provocando lo smog nelle grandi città ed una storica siccità invernale nelle campagne, anche lucane. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che a sconvolgere la natura è stato un mese di dicembre con 2,5 gradi di temperatura in più rispetto alla media ma anche con la quasi assenza di pioggia (-95%) dopo che anche novembre le temperature massime erano state di 2,5 gradi in più della media con piogge praticamente dimezzate (-49%). Molti corsi d’acqua sono agli stessi livelli del periodo estivo, in alcune zone è scattato l’allarme incendi completamente fuori stagione per la presenza di erba e arbusti rinsecchiti nei boschi ma gli effetti – sottolinea la Coldiretti – sono anche quelli di animali non andati in letargo e insetti fastidiosi come le zanzare che hanno sviluppato un numero di generazioni superiori alla norma per il clima anomalo, soprattutto nel Metapontino. Un problema che riguarda anche i campi coltivati dove si aspettano nella stagione produttiva forti infestazioni degli insetti patogeni che non sono stati limitati dal tradizionale freddo invernale.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone