Buonvicino, monossido di carbonio morta bambina di 7 anni, grave la madre Romina Maiolino

Ci sarebbe il monossido di carbonio tra le possibili cause del decesso di una bambina di 7 anni a Buonvicino, in provincia di Cosenza. La piccola è stata trovata morta accanto alla madre in fin di vita. Romina Maiolino, di 40 anni è ricoverata all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza dove è stata trasportata con l’elisoccorso in gravissime condizioni. Il corpicino della bambina è stato esaminato dal medico legale. Da quanto si è appreso la bambina non presenterebbe ferite esterne.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Diamante e della Compagnia di Scalea, i Vigili del Fuoco, che hanno controllato l’impianto di riscaldamento dell’immobile, e il personale del 118 chiamati da un parente che era andato presso l’abitazione per prendere la bambina.

La prima ipotesi al vaglio degli inquirenti è che a provocare la tragedia siano state le esalazioni di monossido di carbonio di una stufa.

9 su 10 da parte di 34 recensori Buonvicino, monossido di carbonio morta bambina di 7 anni, grave la madre Romina Maiolino Buonvicino, monossido di carbonio morta bambina di 7 anni, grave la madre Romina Maiolino ultima modifica: 2015-12-28T16:31:55+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook2Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento