Modena, bimbo a bordo a 780 famiglie

A casa di centinaia di famiglie in questi giorni di festa, sta arrivando anche l’opuscolo “Bimbo a Bordo” e l’invito dell’Amministrazione comunale a far viaggiare i bambini in sicurezza. Ancora troppi bimbi rimangono infatti feriti in incidenti stradali (oltre una cinquantina lo scorso anno), soprattutto a bordo dell’auto di mamma e papà. I bambini sono i più esposti ai rischi e l’uso corretto dei sistemi di ritenuta è fondamentale non solo in caso di incidente, ma anche quando la circolazione stradale impone un improvviso cambio di velocità che può mettere a rischio la loro incolumità.

 “Allacciali alla vita” è lo slogan della campagna “Bimbo a Bordo” che periodicamente il Comune di Modena rivolge, in particolare, alle famiglie di nuovi nati e, in genere, a tutti i genitori e a coloro che trasportano bambini in auto, in moto o in bicicletta. In questi giorni circa 780 famiglie residenti a Modena, a cui è nato un figlio da meno di un anno, stanno ricevendo una lettera firmata dal sindaco che sottolinea l’importanza di utilizzare sempre, anche per brevi tragitti, seggiolini e cinture per assicurare i bambini. Insieme alla lettera, un opuscolo che illustra come trasportare in sicurezza i bambini secondo la normativa prevista dal Codice della Strada e un adesivo da applicare sul vetro posteriore dell’auto per segnalare la loro presenza. I materiali della campagna informativa “Viaggiare sicuri con mamma e papà”, realizzata nell’ambito del piano comunale per la Sicurezza stradale, vengono diffusi anche attraverso i punti informativi, gli ambulatori medici e i servizi educativi della città. All’attività di sensibilizzazione, seguirà una fase della stessa campagna dedicata più in particolare all’effettivo controllo del rispetto delle norme da parte dei conducenti, che vedrà impegnati gli operatori della Polizia municipale. Durante i controlli sarà verificato il rispetto delle norme fissate dal Codice della Strada per proteggere i bambini trasportati.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone