Roma, ricercato sfugge all’alt in via Libia inseguito ed arrestato

L’uomo di 35 anni era attivamente ricercato da oltre un mese per un ordine di carcerazione a suo carico, quando gli agenti della Polizia del commissariato San Lorenzo lo hanno riconosciuto a bordo di un Suv in viale Libia, gli hanno intimato l’alt ma l’uomo ha accelerato la corsa del mezzo tentando di fuggire. Inseguito dai poliziotti con l’ausilio di una pattuglia del reparto volanti, percorsi pochi km, il conducente del mezzo ha perso il controllo ed è finito contro uno spartitraffico.

Malgrado ciò ha proseguito la sua corsa fino ad arrivare all’altezza di via Nomentana dove, all’incrocio con via Batteria Nomentana, il Suv è stato bloccato dagli agenti. Il conducente, sceso dall’auto ha iniziato così a fuggire a piedi cercando di scavalcare anche lo spartitraffico ma, raggiunto dai poliziotti è stato fermato.

Il trentenne nascondeva alcune dosi di sostanza stupefacente del tipo “shaboo” pronte per essere immesse sul mercato, denaro contante nonché arnesi atti allo scasso ed un apparecchio elettronico “skimmer” solitamente utilizzato per interferire con i sistemi antifurto delle autovetture. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito agli agenti di sequestrare ulteriore “shaboo” e 350 euro in contanti, provento dell’illecita attività di spaccio.

La convivente dell’uomo, magrebina, presente nell’appartamento, quando ha visto i poliziotti, ha reagito violentemente nei loro confronti aggredendoli. Al termine dell’attività, i due sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e, la donna anche per oltraggio, resistenza e minacce a pubblico ufficiale. L’uomo, destinatario dell’ordine di carcerazione, è stato arrestato e accompagnato presso la casa circondariale, dove dovrà scontare 2 anni e 6 mesi di reclusione per ricettazione.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone