Si voterà il 30 e non il 27 dicembre nella Repubblica Centrafricana

A dare notizia dello slittamento è il premier Kamoun, a pochi giorni dalle violenze che hanno ostacolato il referendum costituzionale. Le elezioni legislative e presidenziali, sostenute dall’Onu, puntano a risollevare il Paese che sta affrontando la più grave crisi politica in decenni.

Nel 2013 i musulmani hanno deposto l’ex presidente Bozizé con un colpo di stato, ma all’inizio del 2014 l’intervento internazionale ha tolto il potere ai ribelli.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone