Castelvetrano, Mandamento bis sequestrati beni per 10 milioni a due imprenditori

Ancora un colpo inferto al patrimonio riconducibile alla cosca di Castelvetrano capeggiata dal latitante Matteo Messina Denaro.

I Carabinieri del Ros e del comando provinciale di Trapani, nell’ambito dell’operazione “Mandamento bis”, hanno sequestrato beni per 10 milioni a due imprenditori ritenuti prestanomi del clan.

I provvedimenti, richiesti dalla Procura distrettuale antimafia di Palermo, hanno interessato le province di Trapani, Palermo e Reggio Calabria.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone