I legali di Massimo Bossetti hanno chiesto gli arresti domiciliari

Gli avvocati del muratore di Mapello hanno chiesti il braccialetto elettronico per l’uomo accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio. “Chiediamo di sostituire la misura di custodia cautelare in carcere con arresti domiciliari e braccialetto elettronico”, ha detto l’avvocato Paolo Camporini in udienza.

Secondo il legale non c’è pericolo di fuga, di inquinamento delle prove e reiterazione del reato. “La casa di Bossetti è in un posto isolato, facilmente sorvegliabile”.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone