La Slovenia dice no a matrimoni e adozioni gay

ArcigayNel referendum gli sloveni hanno respinto la legge che regola l’istituto della famiglia e che ammetteva anche i matrimoni gay e l’adozione per le coppie omosessuali. I “no” alla legge hanno prevalso sui “si”. 63% per l’abrogazione della legge contro il 37% dei sostenitori con il 93% dei voti conteggiati dalla Commissione elettorale.

I voti contrari hanno raggiunto il quorum dei 20% della popolazione slovena avente diritto di voto, seconda condizione necessaria perché il referendum abrogativo fosse valido. Per raggiungere il quorum sarebbero stati necessari 342 mila voti contrari, ma la quota è stata superata e, dopo lo scrutinio del 93% delle schede, i voti contrari, secondo i dati della Commissione elettorale dello Stato, sono più di 354 mila.

9 su 10 da parte di 34 recensori La Slovenia dice no a matrimoni e adozioni gay La Slovenia dice no a matrimoni e adozioni gay ultima modifica: 2015-12-20T22:12:44+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento