Vicenza, circolazione vietata ai mezzi più inquinanti anche nel periodo natalizio

Le limitazioni alla circolazione dei mezzi più inquinanti resteranno in vigore anche durante il periodo delle feste di Natale. Lo ha stabilito l’amministrazione comunale, visti gli ultimi dati presentati da ARPAV sulla concentrazione delle polveri sottili PM10.

Ad oggi, la media annuale in microgrammi per metro cubo d’aria ha raggiunto quota 43, quando il limite è fissato in 40 microgrammi, mentre i giorni di superamento del limite giornaliero, fissato per legge in 35, hanno già raggiunto quota 94.

Di qui la decisione del Comune di Vicenza di mantenere in vigore anche per l’intero periodo delle festività natalizie, cioè dal 21 dicembre all’8 gennaio, il divieto di circolazione per gli autoveicoli Euro 0 ed Euro 1, i ciclomotori e i motoveicoli a due tempi non catalizzati. Questi mezzi non possono circolare dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 in centro e nei quartieri di San Pio X, San Francesco, Laghetto, Villaggio del Sole e San Lazzaro.

Per l’area all’interno della cinta muraria la limitazione è estesa anche ai diesel Euro 2.

Oltre che al sabato e alla domenica, il divieto è sospeso venerdì 25 dicembre, venerdì 1 gennaio e mercoledì 6 gennaio.

Si ricorda che le deroghe al divieto di circolazione per i mezzi più inquinanti, riguardano in particolare i veicoli di persone che si recano a fare terapie mediche, mezzi con almeno tre persone a bordo, veicoli usati per portare bambini e ragazzi a scuola, mezzi condotti da ultra sessantacinquenni residenti a Vicenza.

La sanzione per i trasgressori va da un minimo di 163 euro a un massimo di 658 euro; alla seconda sanzione nel biennio scatta la sospensione della patente di guida da 15 a 30 giorni.

Il blocco dei mezzi più inquinanti resterà in vigore fino a venerdì 25 marzo 2016.

Per quanto riguarda gli impianti di riscaldamento, che fino al 14 aprile si possono tenere accesi fino a 14 ore giornaliere, anche frazionate, il settore Ambiente, energia e tutela del territorio inviata a mantenere una temperatura massima di 19°C, raccomandando di ridurre al minimo indispensabile gli orari di accensione e di non utilizzare camini chiusi e stufe che non rispettino i principi di efficienza energetica.

Per informazioni:
Settore ambiente, energia e tutela del territorio, tel. 0444 221580
Ufficio relazioni con il pubblico, tel. 0444 221360
Comando della polizia locale, tel. 0444 545311

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone