Minturno, partito il bando della quinta edizione di Visioni Corte Film Festival

Dopo l’ampio successo della quarta edizione, svoltasi presso il Castello Baronale di Minturno dal 6 al 10 ottobre 2015, l’Associazione Culturale “Il Sogno di Ulisse” ha pubblicato il nuovo bando di “Visioni Corte Film Festival – Rassegna Internazionale del Cortometraggio Indipendente” per l’anno 2016. E’ fissata al prossimo 15 aprile la dead line per inviare i cortometraggi al fine di accedere alla selezione della prossima edizione, che diventa ogni anno sempre più impegnativa: basti pensare che all’edizione appena conclusa sono giunte oltre 500 opere provenienti dai cinque continenti.

Rispetto al passato, alle classiche cinque sezioni si è aggiunta una sesta dedicata al sociale. Infatti, dopo la sperimentazione di questi ultimi anni l’evento speciale “Visioni Sociali”, anche in virtù del vasto consenso che ha acquistato nel tempo, diventa una categoria vera e propria con un premio particolare.

Le sei categorie previste sono:

CortoFiction Italy: rivolta a qualsiasi tematica e genere. Spazia dal drammatico alla commedia, al thriller, ecc. Le storie possono essere inventate o adattamenti o ispirate a fatti realmente accaduti; dedicata esclusivamente a film italiani;

CortoFiction International: rivolta a qualsiasi tematica e genere. Spazia dal drammatico alla commedia, al thriller, ecc. Le storie possono essere inventate o adattamenti o ispirate a fatti realmente accaduti; dedicata esclusivamente a film stranieri;

CortoMusic: rivolta a videoclip e videoarte. Possono partecipare video musicali di cantanti o gruppi emergenti, o videodocumentari accompagnati da musiche originali;

CortoDoc: rivolta ai documentari o reportage, di qualsiasi genere;

CortoAnimation: rivolta a storie di animazione di qualsiasi genere e realizzate con qualsiasi tecnica, anche la stop-motion. L’argomento è libero.

Visioni Sociali: rivolta a cortometraggi con temi sociali e sui diritti umani, e/o realizzate da comunità terapeutiche o cooperative sociali. Le storie possono essere inventate o adattamenti o ispirate a fatti realmente accaduti.

Oltre ai premi dedicati alle sei sezioni in gara, sono inoltre previsti anche cinque menzioni speciali riferite solo alla categoria CortoFiction (Italia e International): Miglior regia, Miglior sceneggiatura, Miglior montaggio, Miglior attore protagonista, Miglior attrice protagonista. Inoltre, l’Associazione Culturale “Il Sogno di Ulisse” si riserva la facoltà di assegnare a sua discrezione un premio speciale per l’idea più originale a un qualsiasi corto in concorso.

Tutte le opere inviate saranno preselezionate dalla Direzione Artistica e da un’apposita commissione. Il superamento della preselezione comporterà l’ammissione alle serate finali. Ci sarà un’unica Giuria Tecnica (composta da studiosi, esperti di settore e professionisti nel settore audio-visivo) che segnalerà una sola opera vincitrice per ciascuna sezione. Esprimerà un giudizio all’atto della premiazione e le motivazioni che hanno indotto ad assegnare tale premio saranno lette in pubblico.

Possono partecipare alla selezione le opere realizzate in Italia o all’estero a partire da Gennaio 2015. Le opere straniere, per poter essere ammesse, devono essere obbligatoriamente sottotitolate in italiano. Tutti i video dovranno avere una durata massima di 20 minuti (titoli inclusi).

Previste due modalità di partecipazione: via posta tradizionale oppure attraverso piattaforme internazionali quali www.clickforfestivals.com,www.filmfreeway.com e www.festhome.com sulle quali caricare il proprio cortometraggio in file mp4.

Nel 2015, Visioni Corte Film Festival ha ottenuto due importanti riconoscimenti: il primo al VideoFestival di Imperia, vincendo il “Silver Frame – Festival dei Festival”, come miglior festival italiano di cortometraggi; il secondo, con il patrocinio del Padiglione Italia Expo Milano 2015 quale manifestazione ad alto valore culturale a livello nazionale.

In queste quattro edizioni si sono alternati sul palco ospiti di rilievo non solo a livello nazionale come Pietro De Silva, Vladimir Luxuria, Gabriele Pignotta e Nunzia Schiano ma anche internazionale come l’attrice francese Monika Ekiert e il produttore inglese Paul Wiffen.

Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone