Milano, M4 al via attività preliminari in corso Europa e largo Augusto

treno AtmDomani, lunedì 14 dicembre, partiranno le attività preliminari per la realizzazione della stazione della M4 di San Babila. Il primo cantiere mobile aprirà in Corso Europa e prevede la realizzazione della fognatura.

L’area di cantiere occuperà il lato ovest della strada, lato numeri civici dispari, nel tratto tra via Felice Cavallotti e Largo Corsia dei Servi, e sarà organizzato in 3 moduli per ridurne al minimo l’ingombro. I lavori avranno una durata di circa 8 settimane e prevedono la riduzione della carreggiata a una corsia ma non comporteranno modifiche viabilistiche.

Questo intervento non interferirà con le fermate del trasporto pubblico attualmente presenti lungo corso Europa (linee autobus 54 e 73). Verrà mantenuta anche la  fruibilità del marciapiede su entrambi i lati, oltre alla sosta sul lato dei civici pari.

Contestualmente al cantiere di Corso Europa, si realizzeranno le attività di spostamento dei sottoservizi (acqua e gas) propedeutiche alla realizzazione del Manufatto Augusto. I lavori dureranno 15 settimane e interesseranno il versante est di Largo Augusto, adiacente ai portici, in corrispondenza dell’Hotel NH Collection Milano President. Anche in questo caso non vi saranno modifiche viabilistiche, mentre l’attuale fermata dei taxi verrà temporaneamente spostata sul lato nord del Largo, tra via Cerva e via Durini.

Avviata un’attività di informazione rivolta ai cittadini e i negozianti delle zone interessate dai lavori. Saranno distribuiti 10 mila volantini tra  Porta Venezia, San Babila, Vittorio Emanuele, via Verziere, Largo Augusto, via Durini e via Larga, e da lunedì si procederà anche con l’incasellamento postale.​

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, M4 al via attività preliminari in corso Europa e largo Augusto Milano, M4 al via attività preliminari in corso Europa e largo Augusto ultima modifica: 2015-12-13T01:47:25+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento