5 morti sulla 379 a Fasano, tra le vittime la figlia di 5 anni del consigliere regionale Cristian Casili

Sabato di morte nel Brindisino. Un tir con una autocisterna carica d’olio ha compiuto una strage sulla superstrada Brindisi-Bari, sfondando lo spartitraffico e travolgendo tre auto che arrivavano nella corsia opposta. Cinque vittime tra cui una bimba di 5 anni. È successo sulla statale 379, all’altezza di Fasano.

Il conducente dell’autocisterna che trasportava circa 270 quintali di olio è rimasto illeso. Sono morti Vito Muscatello, 71 anni, di Tuglie, la moglie Rosetta Minerva, e la loro nipotina di 5 anni, rispettivamente suoceri e figlia del consigliere regionale pugliese, Cristian Casili. Morta anche un’altra anziana che viaggiava con loro, mentre la madre della piccola è ricoverata in gravi condizioni nell’ospedale Perrino di Brindisi.

L’altra vittima è Leonardo Orlandino, 21 anni, di Fasano. Era al volante di una Toyota Aygo. E’ il portiere della squadra di calcio di Brindisi, il Real Paradiso. Salve per miracolo tre persone che si trovavano invece sull’altra auto coinvolta, un’Opel Corsa.

La bambina è stata soccorsa dai sanitari del 118 quando era ancora in vita, ma è arrivata al vicino ospedale di Ostuni in condizioni disperate. Un automobilista di passaggio, scampato all’impatto, ha necessitato di cure mediche all’ospedale di Monopoli per lo spavento.

Sul posto si è recato anche il pm di turno presso la procura di Brindisi, Luca Buccheri, che coordina le indagini. Al momento l’ipotesi è di omicidio colposo plurimo.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone