Porto Empedocle, duro colpo a Cosa Nostra 13 arresti

Eseguite dalle squadre mobili di Palermo e Agrigento 13 misure cautelari nei confronti di presunti esponenti di Cosa Nostra.

Gli arrestati, oltre a imporre il pizzo a molte aziende, avrebbero tentato di condizionare una serie di importanti opere, tra cui il costruendo rigassificatore di Porto Empedocle, e i trasporti con l’isola di Lampedusa.

Il racket non avrebbe risparmiato neppure le attività di ristrutturazione di alloggi popolari.

Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone