Degustazioni Enoteca Provinciale settimana 30 novembre – 6 dicembre

degustazioni vini enotecaLe degustazioni in programma all’Enoteca Provinciale per il mese di dicembre punteranno a far conoscere tutte le cantine che hanno aderito all’iniziativa con la presentazione contestuale di più aziende suddivise per ambito territoriale. In questa settimana saranno, quindi, in degustazione i vini di quattro aziende della Locride.

Azienda Agricola Maria Baccellieri, Bianco

I terreni dell’Azienda Agricola Baccellieri si trovano a Bianco, sulla costa Jonica calabrese. La conduzione dell’Azienda, che produce anche agrumi, bergamotto, olio, sin dalle origini è stata di tipo familiare e negli ultimi sette anni particolare interesse, cura, impegno e risorse economiche sono state rivolte alla coltivazione dei vigneti. Fra questi, l’Azienda ha deciso di scommettere sulla produzione di uva Greco, in coltivazione biologica. Il vino in degustazione:

Siccagno – Vino da tavola bianco 2013

vitigno: Greco bianco 100%

13,7% vol.

Raccolta manuale delle uve a fine agosto, vinificazione a temperatura controllata, fermentazione e affinamento in acciaio. Colore giallo paglierino; sentori tipici di frutta bianca; gusto sapido, di giusto equilibrio. Particolarmente versatile, adatto con carni bianche, pesce crudo, zuppa di pesce, grigliate di pesce, formaggi freschi.

Azienda Vitivinicola e Agrituristica Casale Li Monaci, di Anthony Reale, Sant’Ilario dello Jonio

L’Azienda Agricola Casale Li Monaci, di Sant’Ilario dello Jonio, fondata da Anthony Reale, originario del luogo ma trasferitosi in Canada con la famiglia a nove anni dove si è laureato ed è diventato imprenditore di successo. Tornato in Calabria dopo 55 anni di assenza, ha riscoperto la sua terra con tutte le sue potenzialità e ha deciso di investirvi le proprie risorse ed energie. Su una collina della Locride, affacciata sul mare Jonio, Anthony Reale ha incastonato la sua azienda, di circa 13 ettari, dove è possibile vivere l’esperienza del contatto con la natura e con l’enogastronomia di qualità, gustando piatti realizzati con prodotti bio e a km0 e accompagnati dai propri vini.

Il vino in degustazione

Canonico – IGT Calabria rosso 2013

Vitigni: Nero d’Avola 40%, Gaglioppo 30%, Greco nero 15%, Magliocco 15%

13,5% vol.

Le uve sono raccolte a mano nell’ultima decade di settembre, primi di ottobre. Dopo una macerazione e di circa 15 giorni a temperatura controllata segue l’affinamento con la permanenza di 6 mesi sulle fece fini e successivo passaggio in barriques di rovere francese. Colore rosso rubino intenso; netti sentori di frutta rossa che lasciano il posto a note speziate di pepe nero e di tostatura, con note di liquirizia; vino fresco e di media corposità, elegante; i tannini presenti ma ben maturi sono sostenuti da un giusto tenore acido. Si abbina a carni rosse, primi piatti elaborati, formaggi stagionati. Ottimo con i brasati.

Azienda Agricola Barone G.R . Macrì, contrada Modi, Gerace

L’azienda è una storica realtà produttiva calabrese localizzata nel territorio della Locride (Locri, Gerace, Portigliola, Canolo, Marina di gioia Ionica, Mammola) che riprende, dopo oltre 50 anni, la produzione di vino con il nome “Terre di Gerace”, IGT Calabria. Dal connubio dell’alta qualità delle uve autoctone e le moderne tecniche di vinificazione, nasce un prodotto di eccellenza.

Il vino in degustazione :

Terre di Gerace – IGT Calabria rosso 2014

Vitigni: Nerello Calabrese 40%, Greco nero 60%

13% vol.

L’uva è vendemmiata nell’ultima settimana di agosto, prima settimana di settembre. Vinificazione lunga in fermentini di acciaio a temperatura controllata. Affinamento in acciaio per 8-9 mesi. Colore rosso rubino brillante, con riflessi violacei; sentori di buona intensità, netti, con finale di petali di rosa secca; gusto fresco, equilibrato, di medio corpo, tannino fine ma non persistente, frutti rossi e morbidezza alcolica. Vino da tutto pasto, spazia dai primi piatti, alla piccola cacciagione, ai formaggi poco stagionati, interessante servito a 16° con le zuppe di pesce.

Capo Zefirio, Bianco

Capo Zefirio è il frutto di un progetto iniziato anni fa da un gruppo di amici e professionisti – Francesco Isola, Giuseppe Vottari e Cosimo Canturi – con l’obiettivo di recuperare il Greco di Bianco, la cui produzione si era ridotta a qualche migliaio di bottiglie all’anno. Grazie a un serrato e continuo confronto con i pochi produttori di Greco rimasti a Bianco, la neonata Azienda è riuscita a fondere i metodi della vitivinicoltura tradizionale con le più recenti conoscenze scientifiche e tecniche in campo agro-enologico, arrivando così a centrare, in modo eccellente, il proprio obiettivo.

Il vino in degustazione:

Greco di Bianco – DOC Greco di Bianco 2006

Vitigno: Greco bianco 100%

La vendemmia avviene intorno alla metà di settembre, i grappoli vengono posti ad appassire all’aperto per circa dieci giorni e poi si procede alla pressatura per l’ottenimento del mosto. Dopo la vinificazione il vino viene conservato per 12 mesi (in acciaio e con un passaggio in legno di tre mesi) prima di essere imbottigliato e messo in commercio dopo almeno 13 mesi dalla vendemmia. Colore giallo tendente al dorato con riflessi ambrati; profumo etereo, caratteristico, con sentori che spaziano attraverso tutte le modulazioni della frutta secca, ritrovati poi nel sapore, che è morbido, armonico, con retrogusto caratteristico. Si beve a 8-10°, da solo o in abbinamento a pasticceria secca, torte a base di pasta di mandorle, torte a base di frutta fresca, si presta molto bene ad essere accostato con formaggi piccanti.

Condividi su:Share on Facebook2Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone