Napoli, cadavere tra gli scogli a Mergellina. Si tratta di un sessantenne che lavorava all’Asl di Arzano

Identificato il cadavere rinvenuto nello specchio d’acqua antistante la zona di Mergellina, a Napoli. A dare l’allarme è stato un passante. Indagini della Guardia di Finanza sono in corso per stabilire le cause della morte dell’uomo.

Da un primo esame della polizia scientifica, è emerso che sul corpo non ci sono segni di violenza, accoltellamento o ferite da arma da fuoco. Il viso presenta tumefazioni e i vestiti sono strappati.

Un maresciallo della Guardia di Finanza ha avviato l’intervento del reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli che sta seguendo il caso. La vittima è un uomo di 61 anni, originario di Napoli, del quartiere Marianella. Lavorava alla Asl di Arzano. I familiari ne avevano denunciato la scomparse nelle scorse ore.

9 su 10 da parte di 34 recensori Napoli, cadavere tra gli scogli a Mergellina. Si tratta di un sessantenne che lavorava all’Asl di Arzano Napoli, cadavere tra gli scogli a Mergellina. Si tratta di un sessantenne che lavorava all’Asl di Arzano ultima modifica: 2015-11-30T12:46:54+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento