Mijomboni, uccisa Rita Fossaceca, feriti il padre Giovanni e le infermiere Monica Zanellato e Paola Lenghini

FossacecaCon la dottoressa Rita Fossaceca, morta durante il tentativo di rapina, c’erano anche altri tre suoi familiari. Si tratta dei genitori Giovanni e Michelina e lo zio sacerdote, don Luigi Di Lella. In base alle notizie apprese da un cugino della donna, Tonino Fossaceca, anche il padre del medico è rimasto ferito alla testa e ad una spalla. Sua figlia si sarebbe frapposta tra l’uomo e l’aggressore.

Ferite anche due infermiere. Sono Monica Zanellato e Paola Lenghini. Le loro condizioni non sono particolarmente gravi.

Rita Fossaceca, originaria del Molise ma da anni a Novara, era a Mijomboni, un piccolo villaggio nell’entroterra alle spalle di Malindi, per conto della For Life Onlus, associazione umanitaria internazionale. Alessandro Carriero è il medico che ha fondato la onlus nel 2006.

Alessandro Carriero dirige anche il Dipartimento di Scienze Radiologiche dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara, dove la dottoressa Rita Fossacena lavorava.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone