Trieste, scoperti 800 fucili a pompa provenienti dalla Turchia e diretti in Belgio

Le armi erano contenute in centinaia di scatole di cartone, tutte dirette in Belgio. I fucili erano trasportati senza autorizzazioni su un autoarticolato olandese, condotto da un cittadino turco.

Armi da guerra Porto di Trieste

La Guardia di Finanza ha scoperto e sequestrato il carico di armi da guerra al Porto di Trieste. Provenivano dalla Turchia ed erano dirette in Belgio. Si tratta di all’incirca 800 fucili a pompa.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone