Zagarolo, perito informatico siciliano di 35 anni travolto e ucciso da un treno

Il trentenne ha attraversato di corsa sui binari. Forse era in ritardo al lavoro. Fatto sta che non ha calcolato il rischio. L’uomo di 35 anni, perito informatico, originario di un paesino della Sicilia, è stato travolto da un treno che passava a tutta velocità nella stazione di Colle Mattia, in zona Colanna. Il macchinista se l’è davanti e non ha fatto in tempo a frenare. Il treno si è fermato 200 metri dopo lo schianto. L’uomo era incastrato sotto al treno, i resti della sua valigetta da lavoro, tablet, telefonino e agenda sparsi sui binari.

Gli agenti della polizia ferroviaria di Colleferro, intervenuti sul posto insieme ai vigili del fuoco di Frascati, sono abbastanza certi che non si sia trattato di suicidio. L’uomo probabilmente ha attraversato sui binari per riuscire a prendere in tempo il treno per Roma.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone