Bologna Festa degli Alberi 2015

La “Festa degli Alberi” (Arbor Day) è nata in Nebraska, negli Stati Uniti, nel 1872, anno nel quale venne istituito il primo parco naturale del mondo, quello di Yellowstone. In quell’occasione furono piantati un milione di alberi in tutti gli Stati Uniti e nei decenni successivi la festa si è diffusa in numerosi altri paesi del mondo.

Anche il Comune di Bologna da alcuni anni ha ripreso questa tradizione e, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi che in Italia si celebra il 21 novembre, promuove un ricco programma di iniziative.

Nel centro storico, in periferia e in collina, dal 20 novembre all’8 dicembre, mostre, passeggiate, escursioni, laboratori, incontri, conversazioni, corsi, letture, spettacoli, pranzi, cene, feste e piantagioni di alberi.

Nelle precedenti edizioni sono stati piantati vari esemplari arborei negli spazi verdi scolastici e anche per quest’anno nuove piante verranno messe a dimora nei giardini di molte scuole e nidi:

– nido Roselle al Quartiere Savena, due frassini maggiori e un leccio

– nido e scuola dell’infanzia Anna Frank al Quartiere San Vitale, un acero campestre, un frassino maggiore, un leccio e un albero di Giuda

– scuola dell’infanzia Walter Tobagi al Quartiere San Donato, un acero campestre, un melo, un pero e un ciliegio

– scuole dell’infanzia Benini e Baroncini al Quartiere San Donato, un frassino maggiore

– scuola dell’infanzia Arco Guidi al Quartiere Saragozza, un acero campestre

– scuola dell’infanzia e primaria Longhena al Quartiere Saragozza, un acero campestre, un pero, tre arbusti di melograno della varietà “flore pleno”.

Un altro modo per sottolineare l’attenzione che l’Amministrazione comunale sta riservando all’educazione all’aperto attraverso coinvolgenti esperienze di contatto con la natura sin dalla più tenera età.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bologna Festa degli Alberi 2015 Bologna Festa degli Alberi 2015 ultima modifica: 2015-11-19T17:46:48+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento