Sant’Antimo, la trentenne Maria Migliore uccisa e data alle fiamme, fermate tre persone

Rapidissima svolta nel delitto avvenuto nell’area metropolitana di Napoli. Tre persone sono state sottoposte a fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura di Napoli Nord per l’omicidio di Maria Migliore, 30 anni, trovata carbonizzata nella sua auto data alle fiamme la scorsa notte a Sant’Antimo.

Si tratta di un uomo di 44 anni, della figlia di 23 anni e del fidanzato di quest’ultima di 21 anni. Sono indiziati, a vario titolo, di omicidio, incendio e distruzione di cadavere e di violazione della legge sulle armi.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone