Milano, Botteghe storiche riconoscimento per 71 esercizi

Si amplia il numero delle attività inserite nell’albo delle Botteghe storiche cittadine, giunte oggi a 358. A conferire i 71 nuovi prestigiosi riconoscimenti per l’anno 2013/14 Franco D’Alfonso (assessore al Commercio e Attività produttive) assieme ad Alfredo Zini, (coordinatore Club imprese storiche di Confcommercio Milano), nel corso della cerimonia ufficiale svoltasi questa mattina nella sala Conferenze di Palazzo Reale.

“Con questo riconoscimento rendiamo il giusto onore alla storia e alla tradizione dei commercianti milanesi – ha affermato l’assessore al Commercio e Attività produttive Franco D’Alfonso –. Le botteghe premiate sono eccellenze che rappresentano il tessuto commerciale e la memoria della nostra città e che di generazione in generazione si confermano come presidi di grande importanza, anche e soprattutto in periferia. Quest’anno abbiamo il piacere di conferire il premio a sei botteghe che hanno alle spalle più di un secolo di attività, un dato importante specie in un momento storico in cui la grande distribuzione sembra aver preso il sopravvento. Per questo motivo sono sempre più convinto che sia giusto sostenere lo sviluppo delle botteghe storiche di Milano, non solo attraverso un premio ma anche attraverso azioni mirate di promozione turistica”.

“Valorizzare le imprese storiche, compito che il nostro Club si è assunto con grande impegno – dichiaraAlfredo Zini,  coordinatore Club imprese storiche di Confcommercio Milano – significa mettere in luce e dare risalto alla storia stessa della nostra città. Negozi, ristoranti, locali, laboratori che hanno disegnato la fisionomia di Milano e che rappresentano uno spaccato importante e vitale del nostro sistema economico, urbano e sociale. Non ‘panda’ da preservare, ma imprese vive, che si rinnovano con grandi professionalità. Elementi irrinunciabili della nostra quotidianità e simboli della nostra identità”.

La più longeva, tra le 71 nuove botteghe storiche cittadine, è l’Antica Farmacia di Brera, fondata da Carlo Erba nel 1812, seguita dalla macelleria ‘Brigo’ di via Santa Croce, nata nel 1892, e la storica pasticceria ‘Villa Caffetteria’ di piazzale Cadorna che addolcisce le mattine dei milanesi dal 1896. A ricevere la targa e la pergamena anche il Bar Ristorante ‘Il Baretto’ di via Senato, nato nel 1964 e molto amato dallo scrittore Eugenio Montale.

Due i criteri fondamentali richiesti per ottenere il riconoscimento di bottega storica: essere in esercizio da almeno 50 anni nel medesimo comparto merceologico, a prescindere da eventuali cambi di titolarità, e conservare totalmente o in parte i caratteri costruttivi, decorativi e di interesse storico, urbano e architettonico.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone