Vibo Valentia, testa di un capretto per il vigile urbano Francesco Russo

Macabra intimidazione per Francesco Russo, 53 anni di Ionadi, agente della polizia municipale di Vibo Valentia. Appena aperto il contenitore, lasciato accanto alla porta della villetta in cui abita, il vigile urbano, che si occupa di tematiche legate all’ambiente e all’impiantistica, ha chiamato il suo comandante, Filippo Nesci il quale, a sua volta, ha informato i Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia.

Non è ancora chiaro se il gesto intimidatorio abbia a che fare con l’attività professionale dell’agente della Municipale o con questioni di carattere privato.

Il comandante Filippo Nesci ha espresso tutta la vicinanza del Corpo all’agente anche da parte del sindaco Elio Costa.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone