Bari, interventi di riqualificazione su tre scuole cittadine

Su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, la giunta ha approvato una serie di interventi che interessano la riqualificazione del patrimonio scolastico cittadino. I lavori riguardano in particolare tre scuole: l’edificio scolastico “E. Duse” e le scuole medie “Melo da Bari” e “R. Montalcini”.

Per quanto riguarda la scuola Duse, in via San Girolamo 33, saranno realizzati dei lavori complementari, non previsti dal progetto iniziale che ha consentito di realizzare 10 nuove classi, finanziati con 29.713,49 euro rivenienti da ribassi di gara. In particolare, si tratta di un impianto di videosorveglianza esterno all’edificio e della sostituzione di alcuni infissi.

Gli interventi previsti nella scuola Melo da Bari, in via Turitto 13, ammontano complessivamente a 63.790 euro. Il progetto prevede lavori finalizzati alla messa in sicurezza, alla prevenzione e alla riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità di alcune parti dell’immobile, come il ripristino di porzioni di pareti esterne alla palestra ed interne al cortile, delle fessurazioni degli architravi, della scala antincendio e di altri elementi dell’edificio.

L’ultimo interessa la scuola media Montalcini, in Largo Leopardi 2, a Torre a Mare. Si tratta della realizzazione di una nuova palestra, il cui costo dei lavori ammonta complessivamente a 450 mila euro.

“Finalmente avremo la possibilità di consegnare alla scuola Montalcini, al momento completamente sprovvista di una palestra, una struttura nuova e all’avanguardia – commenta l’assessore Galasso -. Il nuovo impianto consentirà ai ragazzi di svolgere attività fisica in un luogo idoneo e attrezzato che rappresenterà un valore aggiunto per l’intero territorio”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bari, interventi di riqualificazione su tre scuole cittadine Bari, interventi di riqualificazione su tre scuole cittadine ultima modifica: 2015-11-16T02:41:10+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento