Firenze, contributi al settore sportivo pubblicato l’avviso per l’anno 2016

C’è tempo fino al 30 novembre per richiedere i contributi economici per iniziative nel settore sportivo. È stato pubblicato sulla rete civica del Comune l’avviso che recepisce i criteri stabiliti dalla giunta per l’anno 2016.
“Abbiamo scelto di dare priorità agli interventi orientati al risparmio e all’efficientamento energetico e di sostenere soprattutto le attività e le manifestazioni in grado di portare un ritorno sulla città in termini di partecipazione e promozione dello sport, puntando anche sul mondo della scuola e dei soggetti più svantaggiati. L’obiettivo è dare a tutti la possibilità di fare sport e attività motoria”, ha detto l’assessore allo Sport Andrea Vannucci.
I contributi sono destinati a sostenere le iniziative di persone ed enti pubblici e privati, senza scopo di lucro, che realizzano attività e manifestazioni nel settore sportivo corrispondenti a finalità istituzionali del Comune di Firenze. In particolare attività a favore dei soggetti portatori di handicap, dei giovani per l’avviamento allo sport di base e degli anziani con il coinvolgimento in attività sportive e ricreative; manifestazioni sportive e ricreative a carattere nazionale e internazionale, con rilevanza anche sotto il profilo socioculturale e turistico-economico.
I contributi o benefici economici possono essere concessi anche a persone ed enti pubblici e privati che abbiano effettuato, a propria cura e spese interventi di competenza dell’Amministrazione comunale, precedentemente autorizzati (spese che dovranno comunque essere analiticamente comprovate). Tra le tipologie di intervento sarà data assoluta priorità a quelli orientati al risparmio e all’efficientamento energetico.
Nella concessione dei contributi per attività e manifestazioni sarà data priorità agli eventi a carattere internazionale e nazionale che portino un beneficio alla città in termini di partecipazione e promozione diffusa della disciplina sportiva interessata; alle attività sportive e motorie che coinvolgano il mondo della scuola e le categorie svantaggiate o che promuovano corretti stili di vita e che favoriscano l’uso dello spazio pubblico.
L’entità del contributo sarà commisurata ai preventivi o consuntivi di spesa.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone