Vicenza, Suap ridotti i tempi di attesa per il rilascio delle pratiche

“Al Suap, sportello unico per le attività produttive, i tempi medi di attesa per il rilascio di una pratica sono scesi sotto i 60 giorni – lo ha dichiarato oggi l’assessore alla semplificazione e innovazione Filippo Zanetti annunciando la riorganizzazione del Suap discussa durante la seduta di giunta comunale -. Vengono così rispettati i termini di legge, ma siamo riusciti a fare anche meglio: le pratiche delle attività produttive vengono rilasciate in 59 giorni mentre quelle dell’edilizia addirittura in 54 giorni. Ovviamente esistono pur sempre le eccezioni dovute al fatto che particolari pratiche risultano complesse. Inoltre le pratiche digitali, tra settembre e ottobre, sono aumentate raggiungendo il numero di quelle cartacee – ha sottolineato Zanetti -: anche questo risultato ci soddisfa poiché consente una diminuzione di presenze di cittadini agli sportelli. E da qui parte la necessità di riorganizzare il Suap: al primo piano di palazzo uffici, in piazza Biade, verrà collocato il front office, mentre al terzo piano ci sarà il back office dove saranno concentrati gli uffici tecnici. In questo modo al primo piano si concentreranno gli uffici aperti al pubblico: gli sportelli Suap, infatti, verranno collocati accanto agli sportelli dello Stato civile”.
La riduzione delle pratiche cartacee richieste allo sportello insieme all’opportunità di prenotare gli appuntamenti attraverso il sito internet del Comune ha già comportato una diminuzione del pubblico negli uffici comunali.
“Pertanto desideriamo ridurre l’orario di apertura al pubblico e introdurre in parallelo una fascia oraria in cui convogliare le telefonate in arrivo per garantire una risposta certa – ha proseguito Zanetti -, visto che attualmente i cittadini lamentano la difficoltà di contattare telefonicamente i dipendenti comunali del Suap che sono impiegati in varie attività e che quindi non sempre risultano disponibili”.
“Già da domani inizieremo a mettere in atto le nuove disposizioni e contiamo di essere operativi con il nuovo assetto all’inizio del 2016 – ha concluso l’assessore -. Per completare lo sportello unico manca il front office dell’ufficio tributi: a questo scopo lavoreremo con il settore della collega Michela Cavalieri, assessore alle risorse economiche, il prossimo anno”.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone