Bergamo, efferato delitto a Zingonia vittima un marocchino, ferito il fratello

Un marocchino di 30 anni è stato ucciso in strada, a circa 50 metri dalla caserma dei Carabinieri e a 100 da Piazza Affari. Da una prima ricostruzione, è stato rincorso, picchiato e finito da colpi di macete e di roncola all’incrocio tra corso Asia e viale degli Oleandri.

Lo staff medico del 118, intervenuto con un’automedica e due ambulanze, ha tentato a lungo di rianimare l’extracomunitario, ma le sue condizioni erano disperate e non c’è stato nulla da fare. C’è un secondo marocchino ferito, in modo grave, che sarebbe riuscito ad arrivare alla caserma dei Carabinieri e ad avvertirli. È il fratello del morto. La zona è nota per i problemi legati all’immigrazione, allo spaccio e alla prostituzione.

A quanto risulta in base alle prime testimonianze, si sarebbero sentiti colpi di pistola e sarebbero stati visti i due marocchini rincorsi da diversi aggressori. I due sarebbero fuggiti in direzioni diverse, il primo è stato raggiunto e ammazzato, il secondo sarebbe tornato indietro per vedere cos’era successo e sarebbe stato ferito pure lui, ma non in modo mortale.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bergamo, efferato delitto a Zingonia vittima un marocchino, ferito il fratello Bergamo, efferato delitto a Zingonia vittima un marocchino, ferito il fratello ultima modifica: 2015-11-11T22:49:07+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone