Vigili Urbani pagati in nero da Totti per proteggere figli, si temeva un rapimento

È quanto avrebbe affermato Luca Odevaine (ex vice capo di Gabinetto del sindaco Veltroni) precisando, nel corso di un interrogatorio dello scorso 15 ottobre, una serie di dichiarazioni già rese da Buzzi. Alcuni Vigili sarebbero stati pagati in nero da Francesco Totti per sorvegliare i suoi figli.

“È vero che dei vigili urbani facevano vigilanza ai figli del calciatore Francesco Totti – ha affermato Odevaine, sotto processo nell’ambito dell’inchiesta Mafia Capitale – ma lo facevano fuori dall’orario di lavoro e venivano pagati in nero dallo stesso Totti”.

“L’esigenza – ha precisato – era nata dal fatto che era giunta una voce di un progetto di rapimento del figlio di Totti”.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone